Veneto

Zaia: “Non ne trovo uno in strada che non voglia autonomia”

zaia_veneto3

VENEZIA – “Per la strada o al bar non trovo una persona che non si dica favorevole a più autonomia al Veneto. La risposta va data ed è arrivato il momento di farlo”. Lo ha detto il presidente della Regione Luca Zaia, nel suo intervento al corso formativo per dirigenti della Confcommercio. Introdotto dal presidente provinciale Confcommercio di Treviso Renato Salvadori, da quello regionale Massimo Zanon, e dal curatore del corso Massimo Albonetti, Zaia ha ribadito l’importanza di fare squadra “avendo l’accortezza di dismettere la propria casacca quando si tratta di perseguire il bene comune, del Veneto e dei Veneti. Questo- ha continuato Zaia- è quanto mi auguro accada nel cammino verso l’ottenimento di maggiori forme di autonomia dallo Stato e l’effettuazione del referendum”.

Fondamentale in questo percorso, secondo il governatore della Regione, l’associazionismo, “un modello storico e significativo della storia del Veneto, che ai tempi d’oggi ha la necessità e la prospettiva di evolversi in chiave moderna, come rappresentanza e rappresentazione dei temi e dei problemi più concreti degli associati, di essere sempre di più lobby virtuosa e concreta”. Importanti poi, ha spiegato Zaia, la leadership, intesa come “autorevolezza e non autorità” e la comunicazione, che deve essere gestita in modo chiaro e multimediale sfruttando le nuove tecnologie.

di Fabrizio Tommasini, giornalista

21 marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»