Amazon diserta il tavolo con i sindacati: riesplode lo scontro - DIRE.it

Welfare

Amazon diserta il tavolo con i sindacati: riesplode lo scontro

amazon

BOLOGNA – “Amazon prende a schiaffi anche le Istituzioni italiane e non si presenta all’incontro con il sindacato convocato dal prefetto di Piacenza”. Lo denuncia il segretario dell’Ugl Terziario, Luca Malcotti, dopo quanto accaduto oggi, ovvero il mancato confronto con i rappresentanti dei lavoratori del centro logistico di Castel San Giovanni per discutere di migliori condizioni contrattuali e di lavoro all’interno dello stabilimento.

Leggi anche: Lavoro, il magazzino Amazon ribolle: si prepara la ‘lotta di Natale’

“Amazon- sottolinea- mette in scena una fuga vergognosa e dimostra un terribile mix di arroganza e paura del confronto. Stiamo già cominciando le assemblee per decidere come reagire a questo ennesimo strappo”. Nel frattempo “continua la nostra campagna social- conclude Malcotti- ‘Anche no, se tu sfrutti io non compro’ organizzata dall’Ugl Terziario con l’ausilio della pagina Facebook ‘Ugl per i lavoratori’ con l’obiettivo di invitare Amazon a una maggiore responsabilità sociale di impresa e di rafforzare l’asse di solidarietà tra lavoratori e consumatori”.

Quella di oggi era praticamente l’ultima occasione per cercare una ‘pace di Natale’ tra sindacati e Amazon

I rappresentanti dei lavoratori avevano già detto che, comunque, era in rampa di lancio una nuova iniziativa di lotta “entro il 21 dicembre”. Le assemblee post incontro erano già state programmate: dalle 11.30 di oggi all’1 di giovedì noitte sempre nella sede Amazon di Castel San Giovanni. L’incontro di stamattina, dopo un primo tavolo giudicato “fumoso e inconcludente”, era stato impostato con la mediazione del prefetto di Piacenza, Maurizio Falco, e proprio per il suo ruolo nella vertenza, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil, e Ugl Terziario, avevano accettato di spostarlo da ieri a oggi, tenendo però pronta l’offensiva bis dopo sciopero del ‘Black friday’. “E’ evidente- avvisavano le quattro sigle- che il nostro auspicio e’ quello di incontrare i lavoratori di Amazon alla luce di passi avanti che fino ad ora non e’ stato possibile compiere per la chiusura totale da parte dell’azienda. In caso contrario, i sindacati non escludono nessuna forma di lotta”.

20 dicembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»