AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Pa, Rete: “A gennaio pagati stipendi a 16 segretari di Stato”

SAN MARINO – Vecchio governo, ma quanto ancora ci costi? E’  lo spirito dell’ultima interpellanza del movimento civico Rete sull’accumulo di ferie degli ex segretari di Stato e sui nuovi incarichi dei precedenti staff. “Con riferimento alla cessazione dell’incarico dei Segretari di Stato e dei relativi staff di Segreteria della precedente Legislatura- riporta il testo- si interpella il congresso di Stato per conoscere se sia stata svolta una verifica delle effettive giornate di congedo ordinario eventualmente già godute dai Segretari di Stato uscenti, nel corso dell’anno 2016, o se invece si sia stabilito in modo forfetario che venisse loro riconosciuto lo stipendio fino alla data del 31 gennaio 2017”.

Rete chiede quindi a quanto ammonti l’esborso lordo dello Stato “per il pagamento degli stipendi a 16 Segretari di Stato nel corso del gennaio 2017”. E ancora, “quale sia il motivo- prosegue il testo- per cui a un Segretario particolare della legislatura uscente viene riconosciuta la retribuzione percepita durante il 2016 fino al 19 aprile 2017”.

Rete intende fare luce anche sul futuro dei membri di staff delle Segreterie uscenti: torneranno ai propri ruoli di provenienza- interroga- oppure verranno distaccati presso altre unità della Pa o Pa allargata? E in caso, quali nuovi incarichi ricopriranno, chiedono infine, quali le motivazioni dell’ulteriore distacco e il trattamento economico rispetto al ruolo di provenienza?

20 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988