AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE toscana

A Siena 7 interventi salvavita in 24 ore

Ospedale di SienaROMA – Superlavoro all’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena con sette interventi salvavita, due trapianti e cinque urgenze cardio-vascolari, in poco più di ventiquattr’ore. Tra la notte di venerdì 17 aprile e la mattina di domenica 19 aprile, infatti, sono stati effettuati due interventi per dissezione aortica, tre di chirurgia vascolare e due trapianti, uno di cuore e uno doppio di polmone.

Tutti gli interventi hanno richiesto il lavoro e l’impegno di molti professionisti sanitari e una particolare organizzazione di tre sale operatorie che hanno lavorato anche in contemporanea.

Per quanto riguarda i trapianti, grazie a un donatore di Firenze, sono arrivati a Siena, poco dopo la mezzanotte tra il 18 e il 19 aprile, sia il cuore che i due polmoni. L’AOU Senese è infatti l’unico centro trapianti di cuore e polmone di tutta la Toscana. Entrambi i trapianti sono stati eseguiti in circolazione extracorporea, grazie al supporto dei perfusionisti, una procedura di routine per il cuore ma una particolarità per il polmone, poiché le condizioni del ricevente erano critiche.

Numerosi i reparti che hanno contribuito a portare a buon fine tutti questi interventi: Chirurgia del Cuore e dei Grossi Vasi, Cardiochirurgia dei Trapianti, Chirurgia Vascolare, Chirurgia Toracica, Terapia Intensiva Cardio-Toracica e Cardiologica, Terapia Intensiva Postoperatoria e Rianimazione. Sono stati impegnati anche professionisti e infermieri strumentisti reperibili di altre sale operatorie, vista la complessità degli interventi e il susseguirsi incalzante delle urgenze.

Un fondamentale contributo è stato dato da tutto il personale di sala operatoria e da tutti gli infermieri, strumentisti, tecnici, biologi e professionisti sanitari impegnati in questa corsa contro il tempo per salvare nuove vite.

“Ringrazio la famiglia del donatore- ha detto Pierluigi Tosi, direttore generale dell’AOU Senese- per la sensibilità e il bel gesto d’altruismo, pur in un momento di profondo dolore. Ringrazio anche tutti i professionisti impegnati in questi particolari interventi e nella gestione di tutte le urgenze che si sono verificate in un così breve periodo di tempo. La competenza e la disponibilità del nostro personale sono un valore aggiunto che rende il nostro ospedale un punto di riferimento importante per tutta la Toscana per interventi complessi e che richiedono l’alta specializzazione”.

19 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988