AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lombardia

In provincia di Milano arriva una stazione Enel per caricare le auto elettriche

MILANO – Si è ‘accesa’ ieri la stazione di ricarica veloce Fast Recharge del progetto EVA+ (Electric Vehicles Arteries) installata da Enel nella piazzola di rifornimento IP a Cormano, in provincia di Milano. È la prima di 20 colonnine posizionate sulle strade a lunga percorrenza che rientrano nel progetto EVA+, a cui Enel ne ha aggiunte ulteriori 10. Al ‘varo’ hanno preso parte il direttore della Divisione globale e-Solutions di Enel, Francesco Venturini, il direttore commerciale rete del gruppo Api, Stefano Sterpone e i rappresentanti delle case automobilistiche partner del progetto.

ENEL: “MOBILITA’ ELETTRICA E’ GRANDE OPPORTUNITA’ PER L’ITALIA”

Enel Energia, Nissan Italia e IIT insieme per lo sviluppo della mobilità elettrica

La mobilità elettrica è una grande trasformazione in corso che l’evoluzione della tecnologia sta spingendo- dice Venturini- e in questo contesto l’Italia, che è uno dei pochi paesi al mondo ad avere completamente digitalizzato la rete di distribuzione elettrica, ha una grande possibilità”. Venturini spiega come questo sia il primo mattone di un iter lungo e ambizioso: “Siamo partiti con un programma che doterà il Paese di un’infrastruttura moderna e capillare. Le prime 30 colonnine installate nell’ambito del progetto EVA+, tra cui questa che abbiamo inaugurato ieri con il gruppo Api, permettono di ricaricare l’auto elettrica anche nelle aree extraurbane e in tempi rapidi, in modo da consentire l’utilizzo del veicolo elettrico non solo in città ma anche per tratte più lunghe come quella Roma-Milano”.

PER FARE IL PIENO BASTANO 20 MINUTI

L’infrastruttura di ricarica installata alla stazione IP è, come tutte le altre colonnine attivate lungo le strade a lunga percorrenza, della tipologia “Enel Fast Recharge Plus“, una tecnologia interamente sviluppata da Enel che garantisce un pieno di energia in meno di 20 minuti ed è compatibile con tutti i veicoli elettrici in commercio e “nel rispetto dei più alti standard di sicurezza”, come fanno sapere da Enel.

L’INTESA TRA ENEL E IL GRUPPO API

“L’installazione nel distributore di Cormano è il primo importante risultato del protocollo d’intesa siglato lo scorso dicembre da Enel e Gruppo api“, dichiara Sterpone, e l’inaugurazione di ieri a detta del direttore commerciale del gruppo Api “contribuisce allo sviluppo della nostra offerta di prodotti”. Uno sviluppo “che ha al centro il cliente- prosegue- a cui la nostra rete vuole fornire una scelta diversificata di energia per la mobilità”. Con EVA+ nasce infatti la prima rete di ricarica che consentirà di utilizzare i veicoli elettrici fuori città.

CON ‘EVA+’ IN 3 ANNI IN ITALIA ARRIVERANNO 200 COLONNINE FUORI DALLE CITTA’

EVA+ è un progetto di mobilità elettrica che prevede l’installazione, in tre anni lungo le tratte extraurbane, di 200 colonnine di ricarica veloce, 180 in Italia e le altre 20 in Austria. Il programma, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito di “Connecting Europe Facility”, vede la collaborazione di Enel, in qualità di coordinatore, e Verbund (principale utility austriaca) insieme ad alcuni tra i principali costruttori automobilistici di veicoli elettrici a livello mondiale come Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Italia (rappresentata dalle marche Volkswagen e Audi).

GIA’ ELETTRIFICATA LA TRATTA ROMA-MILANO

Attraverso questo primo gruppo di installazioni del progetto EVA+ è stata “elettrificata” la tratta Roma-Milano, con una infrastruttura di ricarica ogni 60 chilometri circa. I 30 punti di ricarica si trovano principalmente in aree adiacenti agli accessi autostradali per consentirne l’uso anche a coloro che utilizzano veicoli elettrici per spostamenti extraurbani con soste compatibili con il tempo di ricarica, in luoghi come ad esempio i centri commerciali.

di Nicola Mente, giornalista

18 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988