Scuola. A Roma arriva la mensa “a metri zero”

ciboROMA – Menù del giorno, pasta al pomodoro fresco e bollito di carne. Ma in futuro i bambini della scuola dell’infanzia “Arcobaleno”, nel XV municipio di Roma, potranno gustare anche frutta, verdura e formaggi. La particolarità? Sarà una “mensa a metri zero”. Ad inaugurarla, stamattina, sono intervenuti l’assessore capitolino a Scuola, Sport, Politiche giovanili e Partecipazione di Roma Capitale, Paolo Masini, e l’assessore alla Scuola del XV Municipio, Alessandro Cozza.

“E’ una novità importante- ha detto Masini- I bambini di questa scuola dell’infanzia potranno mangiare prodotti raccolti nelle 24 ore precedenti. Siamo il primo Comune d’Italia a realizzare questo progetto che è già stato avviato in una scuola elementare nel quartiere di Cinquina e che esporteremo in altre scuole di Roma: lo abbiamo presentato anche all’Expo di Milano”.

Per l’assessore capitolino lo scopo della speciale mensa è “aiutare i ragazzi a capire davvero dove nascono i prodotti, grazie a un percorso che prevede che vadano direttamente nelle zone coltivate a osservare come crescono gli alimenti che poi mangeranno”.

Inizialmente il pasto a metri zero sarà somministrato ai piccoli una volta al mese, grazie alla collaborazione di tante piccole aziende agro-alimentari che sorgono vicino la scuola, come l’impresa agricola Stabile, uno dei partner del progetto, a metà strada tra Roma e Formello.

“Abbiamo tante realtà- ha spiegato l’assessore allo Scuola del XV Municipio Alessandro Cozza- che lavorano la terra e producono beni e alimenti a pochi km da noi, ma molto spesso non ce ne rendiamo conto. Siamo riusciti- ha continuato Cozza- a creare una piccola rete formata da tutti quegli operatori che lavorano sul territorio e che da soli non sarebbero in grado di fornire un così grande numero di pasti, ma che mettendosi insieme riescono a fornire chi un primo, chi un secondo, chi la frutta, chi un contorno: insomma un pasto completamente a km zero, a seconda della disponibilità e della stagione in cui siamo“.

16 Giu 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»