AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Al via il restyling del Mausoleo di Augusto, la piazza sarà pronta in 600 giorni

Restyling mausoleo AugustoROMA – Una piazza “aperta ai turisti e ai cittadini”, dove “fermarsi a leggere il giornale” e ammirare un monumento che finalmente riaprirà al pubblico. In una “continuità tra antico e moderno”, piazza Augusto Imperatore tornerà alla città grazie ai lavori di restyling che partiranno il prossimo 16 ottobre, data prevista per l’inizio del cantiere. Da lì, la piazza sarà pronta, almeno il primo stralcio, in 600 giorni. Un investimento complessivo di 16,9 milioni di euro per la piazza, già stanziati, e di 12 milioni di euro per il restauro del monumento, di cui sono a disposizione i primi 4 che comunque consentiranno di aprire e rendere di nuovo fruibile il Mausoleo. Per le altri due fasi di restauro, il Campidoglio sta cercando mecenati.

Il progetto di riqualificazione prevede la realizzazione di una piazza alla quota archeologica, con il recupero e il restauro delle pavimentazioni antiche del I secolo dopo Cristo, che costituiranno il sagrato del Mausoleo alla sua quota originale, da cui si potrà apprezzare a pieno le dimensioni del monumento guardando il prospetto principale. Due cordonate realizzeranno il raccordo con la quota attuale della città. A ovest di via di Ripetta, tra la fontana dell’Ara Pacis e le due chiese, quella di San Rocco e quella di San Girolamo dei Croati, e dal lato opposto, da est all’abside di San Carlo al Corso e dal largo degli Schiavoni.

Il progetto prevede inoltre la realizzazione di una caffetteria all’estremità meridionale della piazza archeologica, sul lato verso via Tomacelli. “Questo è un giorno molto bello, che attendevo da tanto”, ha detto il sindaco di Roma, Ignazio Marino, presentando il progetto al Museo dell’Ara Pacis insieme agli assessori all’Urbanistica e alla Cultura, Giovanni Caudo e Giovanna Marinelli, l’architetto ideatore del progetto Francesco Cellini e la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi.

MARINO: “DA TANTO TEMPO ASPETTAVO QUESTO GIORNO” – “E’ un giorno molto bello, che aspettavo da tanto tempo, perché, e lo dico senza sarcasmo, che il bimillenario della morte di Augusto avvenisse dopo 2000 anni era un fatto noto. Roma ha iniziato a pensarci nel 2006 con un sindaco molto illuminato come Walter Veltroni, che decise di avviare i lavori per il restauro di questa importantissima piazza di Roma. Purtroppo, durante la consiliatura che mi ha preceduto, quella di Gianni Alemanno, questo progetto è stato definanziato, si è pensato che il bimillenario non fosse un obiettivo importante e questo non ci fece fare una bella figura davanti al pianeta”. Così il sindaco di Roma, Ignazio Marino, presentando, al museo dell’Ara Pacis, il progetto per il restyling di piazza Augusto Imperatore che iniziera’ il 16 ottobre con l’apertura del cantiere e si concluderà in 600 giorni. “La nostra giunta, invece- ha detto ancora Marino- ha pensato che non solo è importante per Roma, ma per tutto il pianeta. Abbiamo la fortuna di avere dei luoghi e delle archeologie uniche nel mondo, ma anche il dovere di valorizzarle per il resto dell’umanità”.

di Nicoletta Di Placido

16 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram