Ambiente

Trivelle, a Roma flash mob per il ‘sì’ sotto la statua del Nettuno/FOTO

trivelle8

ROMA – Un flash mob a Piazza del Popolo, sotto la statua del dio delle acque Nettuno, per ribadire il no alle trivellazioni di idrocarburi entro le 12 miglia marine. Il Comitato “Vota SI’ per fermare le trivelle” ha scelto anche questa mattina una delle piazze piú importanti di Roma per mettere in scena lo spettacolo di sensibilizzazione in vista del referendum di domenica e, dopo lo show di qualche settimana fa davanti al Pantheon, ‘invade’ anche Piazza del Popolo con cartelli, striscioni, adesivi, colori e slogan.

trivelle6Il piu’ chiaro di tutti é posto sotto il Pincio e recita: “L’energia del futuro non sta sotto terra, alza la testa e vota SI“. La campagna per il referendum, sostengono i membri del Comitato, é stata osteggiata in ogni modo dal governo, che l’ha limitata al minimo di legge (59 giorni) spendendo circa 360 milioni di euro che potevano essere risparmiati andando verso l’election day. “Il SI- afferma Agostino Re Rebaudengo, presidente di AssoRinnovabili- accelera la progressiva uscita dalle fonti fossili. Ci dicono che con questo referendum non si vota per le rinnovabili, ma il voto è anche per dare un’altra visione al nostro Paese”. Proteste anche da Alleanza Coop Italiana Pesca, che lamenta “i problemi del nostro settore, colpito dal rischio trivelle. L’ambiente marino é costantemente alle prese con le perdite delle trivelle petrolifere in mare”.

trivelle3Secondo Claudio Albonetti, presidente di Assoturismo Confesercenti, “dalle trivelle entro le 12 miglia esce appena lo 0.9% del greggio utile all’Italia, una quantità che va fermata perchè rappresenta un rischio”. “Votare NO– ribadisce Andrea Masullo, direttore scientifico di GreenAccord- vuol dire avere modesti vantaggi nel presente al costo di un futuro disastroso“. Nelle ultime ore il fronte del NO e dell’astensionismo ha fatto sentire ancora piú la sua voce. “Sta aumentando la pressione su di loro- fanno sapere dal Comitato- hanno paura del quorum e stanno mettendo in campo firme importantissime. Le dichiarazioni di ieri di Napolitano ne sono la dimostrazione, ma noi non molliamo. Abbiamo ottenuto giá alcune vittorie in questa vicenda, domenica ci serve l’ultima”. Molte però anche le personalitá che si sono schierate per il SI’, si va da Dario Fo a Jovanotti, da Alessandro Gassman a Rocco Siffredi, da Sabina Guzzanti ad Adriano Celentano, Andrea Camilleri e Neri Marcoré.

15 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»