Attentati a Parigi, Rossi: “Non possiamo restare passivi”. E Nardella assicura: “A Firenze no allarmismi”

firenzeFIRENZE – “Il terrore colpisce brutalmente Parigi, con attentati strazianti, coordinati da un’unica regia. È la piu’ grave strage dal dopoguerra e siamo tutti ostaggi sotto tiro. l’Isis porta la guerra in casa nostra e gli Stati Uniti e l’Europa non possono restare passivi“. Lo afferma il governatore della Toscana, Enrico Rossi. “Ora o mai piu’- aggiunge- dobbiamo esprimere la forza della nostra fede democratica, la forza della nostra liberta’”.

NARDELLA: A FIRENZE NO ALLARMISMI, MA FORZE ORDINE ALLERTATE – “Parigi e l’Europa di nuovo sotto attacco. I terroristi tornano a colpire con ancora piu’ violenza. Firenze si stringe ai fratelli francesi. Invito le donne e gli uomini delle nostre citta’ a radunarsi in piazza Ognissanti, davanti al consolato, per dire basta al terrore una volta per tutte e raccoglierci intorno alla comunita’ francese”. Lo scrive su Facebook il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che aggiunge: “Ho sentito il prefetto: tutte le forze dell’ordine sono allertate per garantire la massima sicurezza in citta’, senza motivo di allarmismi. Per lunedi’ e’ convocato un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Preghiamo per le vittime trucidate dalla mano di folli. Questa notte- conclude- e’ come se anche Firenze fosse stata attaccata”.

In città, intanto, chiuso l’Institut Français e proprio in piazza Ognissanti si terra’ la manifestazione contro il terrorismo, davanti al consolato di Francia. A quanto si apprende questa misura e’ stata suggerita dal governo francese a tutte le scuole e istituzioni culturali oggi.

14 Nov 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»