Al Biografilm 2018 ‘The cleaners’, il docufilm sul mondo di Facebook

BOLOGNA – Torna a Bologna (dall’1 al 24 giugno 2018) il Biografilm Festival – International Celebration of Lives, il festival cinematografico che indaga le nuove tendenze del documentario e della fiction internazionali. E nel’anno in cui Facebook è sotto i riflettori all’indomani dello scandalo Cambridge Analytica, il festival ospiterà l’anteprima italiana del film The cleaners di Hans Block e Moritz Riesewieck, che indaga proprio sulle procedure di rimozione dei contenuti di colossi come Facebook e Google.

A partire dalle opportunità narrative e produttive aperte dalla rivoluzione digitale, Biografilm festival propone una chiave di lettura della contemporaneità per rispondere alla grande questione: “Life, the Universe and Everything”.

L’ATTESA PER ‘THE CLEANERS’

Il film, presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival, ha già stregato il pubblico e la critica internazionale, che l’ha definito “un documentario splendido girato come un thriller” (Variety), “avvincente, il film del momento” (The Verge), “Intelligente ed elegante” (The Hollywood Reporter).

ALTRE ANTEPRIME

Tra gli altri film annunciati a Biografilm 2018: l’anteprima italiana di The killing of a sacred deer, l’attesissimo nuovo film di Yorgos Lanthimos con Colin Farrell e Nicole Kidman presentato l’anno scorso a Cannes ma ancora completamente inedito in Italia, e quella di Matangi/Maya/M.i.a., il documentario di Steve Loveridge dedicato alla star internazionale M.I.A.

SOTTO I RIFLETTORI ANCHE DUE DOCUMENTARISTI ‘MADE IN BO’

Tanta attesa, soprattutto per chi è di casa a Bologna, per l’anteprima italiana di due documentari bolognesi che nei prossimi giorni saranno presentati in anteprima mondiale in concorso a Vision du Réel, il prestigioso festival internazionale dedicato al cinema del reale, che si terrà a Nyon, in Svizzeradal 13 al 21 aprile.

Si tratta di Almost nothing. Cern: Experimental City di Anna de Manincor | ZimmerFrei e Storie del dormiveglia di Luca Magi, entrambi sostenuti attraverso i bandi produzione e sviluppo della Regione. È la prima volta, dall’attuazione del Fondo per l’Audiovisivo, che l’Emilia-Romagna sarà rappresentata nel concorso internazionale di Nyon.

IL SOSTEGNO DEL FONDO REGIONALE PER L’AUDIOVISIVO

«La selezione di queste due pellicole è per noi motivo di grande orgoglio – ha dichiarato l’assessore regionale alla Cultura, Massimo Mezzetti–. Un traguardo notevole, che conferma come il documentario sia un genere cinematografico di tradizione e di crescente importanza nel panorama produttivo dell’Emilia-Romagna. L’alto livello raggiunto è attestato anche dal Fondo per l’Audiovisivo regionale che, nel primo triennio di attuazione, su 93 progetti finanziati, ha sostenuto 41 documentari. Ci auguriamo pertanto che, anche da Nyon, possano arrivare riconoscimenti positivi e ampi consensi».

«Siamo fieri di presentare a Biografilm questi due film dopo la grande partenza di Nyon – ha dichiarato Andrea Romeo, direttore artistico di Biografilm Festival – Avremmo normalmente chiesto l’anteprima mondiale per il nostro festival, ma in questo caso, trattandosi di film emiliano-romagnoli, ci è sembrato interessante che arrivassero a Bologna dopo un lancio internazionale».

Per scoprire come partecipare a Biografilm Festival è possibile consultare la pagina ‘Ingressi’ del sito ufficiale www.biografilm.it, dove si può richiedere la tessera ‘follower’.

 

13 Apr 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»