Lazio

Roma, il 13 dicembre la cerimonia del tè all’Ara Pacis

ROMA – Il Chado o Cha-no-yu, cerimonia del tè, è una delle più conosciute espressioni della cultura giapponese. In occasione della mostra Hokusai. Sulle orme del maestro, mercoledì 13 dicembre dalle 16.30 e alle 18, presso l’Auditorium dell’Ara Pacis la maestra Michiko Nojiri, direttrice del Centro Urasenke di Roma, racconterà la storia di questa importante tradizione e ne darà una dimostrazione pratica, al termine della quale gli spettatori potranno avere con lei un confronto su curiosità e approfondimenti.

I due appuntamenti sono a ingresso gratuito previa prenotazione attraverso la pagina Facebook Hokusai Roma www.facebook.com/hokusairoma e su www.eventbrite.ie. Le prenotazioni sono aperte fino alle 13 di mercoledì 13 dicembre.

La cerimonia del tè

L’usanza di bere il tè verde in polvere, matcha, fu introdotta in Giappone nel XII secolo dai monaci che tornavano in patria dagli studi compiuti nei grandi monasteri Zen in Cina. Oltre a essere un’offerta a Budda, il tè stimolava le meditazioni notturne ed era usato come medicina per il cuore e la pressione. La bevanda si diffuse poi rapidamente tra le varie classi sociali e subì varie trasformazioni fino al momento in cui Sen Rikyu (1521-1591) amalgamò i numerosi rituali praticati fino ad allora, definendo lo stile ‘capanna di paglia’. Egli identificò lo spirito del Chado o pratica del tè con quattro principi fondamentali: Armonia, Rispetto, Purezza, Serenità.

Ancora oggi offrire una tazza di tè in maniera conforme alle regole del rituale significa realizzare una sintesi culturale. Il rispetto per ogni elemento fondante del Chado equivale a riconoscerne il ruolo di pilastro del patrimonio culturale giapponese: dagli utensili all’acqua utilizzata, dall’ambiente in cui si svolge all’etichetta che ne scandisce ogni passaggio.

Il Cha-no-yu non è solo un’arte o un passatempo ma un modo di vivere ricco di valori etici e morali da trasferire nel quotidiano. Per questi motivi ha mantenuto inalterato il suo valore nel corso del tempo ed è attuale anche ai nostri giorni.

12 dicembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»