Dai pannolini si creano banchi indistruttibili per una scuola di Firenze

bambina scuolaFIRENZE – Venticinque banchi “di un materiale nuovo, indistruttibile, a prova di graffio e di gomma da masticare”, ricavato dalla rilavorazione dei pannolini usati e dagli scarti della produzione di olio di oliva. Li ha realizzati e donati alla scuola elementare La Pira (la prima in Italia) di Firenze la società Ecoplan srl attraverso il progetto Feis, realizzato dall’ente formativo Apab e finanziato dal Centro di Giustizia Minorile (Cgm).

Il vecchio piano dei banchi, fatto con pannelli di legno truciolare rivestito con incollaggio di formica, è stato sostituito con un pannello in ecomat, prodotto con un innovativo processo industriale unico al mondo. Viene mescolata la plastica contenuta negli scarti della produzione di pannolini, pannoloni e assorbenti igienici assieme ai noccioli di olive (sansa esausta), provenienti dalla filiera di produzione dell’olio di oliva della Piana di Gioia Tauro. I ragazzi del Cgm, all’interno del modulo formativo ‘piccole manutenzioni’, hanno così recuperato vecchi banchi scolastici, riverniciando la struttura in ferro, smontando il vecchio piano in truciolare e montato il nuovo piano realizzato con materiale di riciclo.

10 Dic 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»