AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

A Roma 3.000 case occupate; rogo al campo rom la Barbuta; a ottobre festival dell’audiovisivo ‘Mia’


A ROMA 3 MILA CASE OCCUPATE E MEDIA 12 SFRATTI AL GIORNO

Tremila case popolari occupate a Roma e oltre diecimila cittadini ammessi nella graduatoria Erp. Sono i numeri dell’emergenza abitativa nella Capitale diffusi oggi dall’Unione inquilini e forniti dal dipartimento Politiche abitative del Campidoglio. “Purtroppo con l’amministrazione Raggi non c’è dialogo- ha spiegato il segretario dell’Unione inquilini, Guido Lanciano- non ci sono stati confronti, fanno tutto nelle loro stanze”. Scorrendo i dati si evince che sono poco più di tremila gli sfratti l’anno, una media di dodici al giorno, su quasi novemila richiesti.

ANCORA FIAMME A ROMA, ROGO AL CAMPO ROM LA BARBUTA

Ancora un incendio nella Capitale, questa volta nel campo nomadi della Barbuta, a Ciampino. I Vigili del fuoco sono impegnati da questa mattina per spegnere le fiamme, arrivate in prossimità del Grande raccordo anulare. A causa del denso fumo nero la polizia stradale ha chiuso la rampa di accesso dell’Appia, pesanti i disagi alla circolazione e automobilisti bloccati sotto al sole e senza alcun tipo di segnalazione.

A OTTOBRE ROMA SARA’ CAPITALE AUDIOVISIVO CON IL ‘MIA’

Dal 19 al 23 ottobre Roma tornerà ad essere capitale dell’audiovisivo ospitando la terza edizione del Mercato internazionale audiovisivo (Mia). Associazioni di categoria e imprenditori del settore si incontreranno nel ‘distretto’ di piazza Barberini, tra il cinema e l’Hotel Bristol, per discutere della promozione dei prodotti italiani sul mercato internazionale. “Il Lazio- ha sottolineato oggi il governatore, Nicola Zingaretti- è la seconda regione dell’Unione europea per sostegno all’audiovisivo, dopo Berlino e prima di Parigi”.

MERCOLEDI’ DI LUGLIO GALLERIA NAZIONALE APERTA FINO ALLE 22.30

La Galleria Nazionale di Roma da questo mercoledì, fino alla fine del mese, resterà aperta in via straordinaria fino alle 22.30. Ogni serata sarà dedicata a una donna del Novecento che ha lasciato un ricordo indelebile nella cultura del nostro tempo. Dopo Anna Maria Ortese, questo mercoledì sarà la volta di Anna Magnani. Inoltre i visitatori potranno ammirare due nuove installazioni, ‘Senza titolo con spine’ e ‘Campo di battaglia’, dell’artista argentina Silvia Giambrone.

10 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram