VIDEO | Palermo, falso invalido per 12 anni: indagato un allevatore

Il danno complessivo per l’Istituto nazionale di previdenza sociale è di 85mila euro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Per 12 anni avrebbe percepito una pensione di invalidità e l’assegno di accompagnamento dall’Inps senza averne diritto e così un allevatore palermitano di 61 anni, F.F., è finito sotto indagine per truffa aggravata. Il danno complessivo per l’Istituto nazionale di previdenza sociale, quantificato dai carabinieri del Comando provinciale di Palermo, è di 85mila euro. Gli investigatori parlano di “artifizi e raggiri” messi in campo dall’uomo per “simulare” il proprio stato di malattia: una “inabilità” al lavoro che sarebbe stata causata da infermità psichica, diabete, cardiopatia, poliartropatia, broncopatia, incontinenza urinaria e neoplasia al pancreas. Malattie che avrebbero tratto in inganno anche i componenti della commissione medica competente per la decisione sulle richieste di sostegno. L’inchiesta avviata sull’uomo nel marzo del 2017, e chiusasi adesso con l’avviso di conclusione delle indagini, però, ha portato alla scoperta della truffa: nonostante l’invalidità civile riconosciuta, l’allevatore camminava autonomamente, guidava l’auto, lavorava nella sua azienda coltivando il terreno e conducendo diverse attività nella stalla.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

10 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»