Mondo

Somalia, il 28 dicembre verrà eletto il nuovo presidente

somalia-1ROMA – Dopo ben quattro rinvii, è stata fissata la data delle tanto attese elezioni presidenziali: il 28 dicembre. La data è frutto dell’accordo tra i principali leader politici del Paese: il governo, i presidenti degli stati federali e la Commissione elettorale centrale. In un comunicato diffuso nella tarda serata di ieri, è stato inoltre precisato che le elezioni legislative iniziate a ottobre dovranno improrogabilmente concludersi prima.

Anche queste hanno subito ritardi e sospensioni, sebbene il voto spetti solo a circa 14mila persone, meno del 2% della popolazione totale del Paese. Come stabilito dalla Consulta nazionale – secondo quanto riporta il portale nazionale ‘Shabelle news’ – il 15 dicembre dovranno prestare giuramento i nuovi 275 membri della Camera bassa e i 54 senatori della Camera alta, mentre il 22 spetterà al Presidente del consiglio.

Secondo gli osservatori dell’Onu, sono stati gia’ scelti 212 deputati e 43 senatori. Il paese, a causa delle violenze interne tra esercito e gruppi ribelli estremisti, resi più aspri da decenni di conflitti interetnici, tarda ad accordare il suffragio universale. Al momento, il voto spetta alle figure più influenti delle varie tribù e componenti etniche in cui è divisa la popolazione, che conta 12 milioni di persone. La speranza ora è che si formi il nuovo governo e sia scelto il Presidente, in modo da sancire la fine ‘legale’ del processo di transizione democratica di quattro anni entro il 2016, così come stabilito dalla Costituzione sponsorizzata dalla comunità internazionale dopo anni di guerra civile.

di Vincenzo Giardina, giornalista professionista

9 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»