Politica

L’appello di Papa Francesco 70 anni dopo Nagasaki: “L’umanità bandisca le armi nucleari”

ROMA – “L’umanita ripudi per sempre la guerra, bandisca le armi nucleari e ogni arma di distruzione di massa”. Lo dice Papa Francesco nel corso dell’Angelus in piazza San Pietro.

Papa Francesco

“70 anni fa il, il 6 e il 9 agosto del 1945, avvennero i tremendi bombardamenti atomici su Hiroshima e Nagasaki. A distanza di tanto tempo, questo tragico evento suscita ancora orrore e repulsione”, ed e’ “diventato il simbolo smisurato del potere distruttivo dell’uomo quando fa un uso distorto dei progressi della scienza e della tecnica”. Lo dice Papa Francesco nel corso dell’Angelus in piazza San Pietro, e poi aggiunge: “Ed e’ un monito perenne all’umanita’ affinche’ ripudi per sempre la guerra e bandisca le armi nucleari e ogni arma di distruzione di massa”. “Questa triste ricorrenza- prosegue il Papa- ci chiama a pregare e a impegnarci per la pace e per diffondere nel mondo uu’etica di fraternita’ e un clima di serena convivenza tra i popoli”. Da ogni angolo della terra “si levi una sola voce: no alla guerra, no alla violenza. Si al dialogo, si alla pace. Con la guerra sempre si perde. L’unico modo di vincere una guerra e’ non farla“.

9 agosto 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»