Mondo

In Kenya proteste per l’attivista ucciso, commissariato in fiamme

Willie KimaniROMA – Un commissariato di polizia e’ stato dato alle fiamme alla periferia di Nairobi in segno di protesta contro l’assassinio di un avvocato e attivista per i diritti umani che sarebbe stato torturato e ucciso da alcuni agenti.

Centinaia di persone, riferiscono fonti di stampa keniane, hanno preso d’assalto e incendiato ieri sera il presidio dove Willie Kimani era stato seviziato insieme con un suo cliente. Il corpo dell’avvocato, mutilato, era stato ritrovato alcuni giorni dopo in un fiume a circa 20 chilometri di distanza. Per l’omicidio sono stati fermati quattro agenti, che lo avrebbero sequestrato e poi ucciso. La vicenda, in apparenza l’ennesima “esecuzione extragiudiziale” da parte delle forze dell’ordine keniane, sta alimentando proteste da giorni.

7 luglio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»