Zingaretti: “Abbiamo salvato il Lazio dalla catastrofe”


ROMA – “Io non posso non ricordare che il punto di partenza era il giudizio del 2012 nel quale era scritto, da parte della Corte dei conti, che la Regione Lazio versa in una condizione di stabile insolvenza finanziaria. Partendo da qui, poter dire oggi che sui conti di tre anni c’è il giudizio di parifica è una grande soddisfazione e successo di tutta la Regione: possiamo dire che abbiamo salvato il Lazio dalla catastrofe“. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine della presentazione alla Corte dei conti della pronuncia di parificazione del rendiconto generale della Regione Lazio relativo all’esercizio finanziario 2015.

“La cosa più importante è che, pur sottolineando alcune criticità e stimolandoci ad andare avanti nella linea del rigore- aggiunge Zingaretti- sono molto importanti alcuni passaggi: uno la denuncia del procuratore che dice che la Regione dal 2010 addirittura e fino al nostro arrivo, non aveva un documento di programmazione economica-finanziaria. Questo probabilmente fu la base di un grande disordine dei conti, così come positivo mi sembra il riconoscimento per l’opera fatta nei confronti della razionalizzazione delle partecipazioni regionali, dove si parla di taglio di consulenze per percentuali significative, così come per il costo del personale e per quanto riguarda la razionalizzazione della spesa”.

Secondo il governatore “la parifica è un fatto storico da questo punto di vista, perché fotografa una situazione in grande evoluzione positiva e ci spinge ancora di più ad andare avanti nel risanamento e sviluppo. Anche perché la Corte riconosce primi e importanti segnali di ripresa economica della nostra Regione che noi vogliamo assolutamente incoraggiare”.

6 Dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»