'Think4South': giovani e imprese del sud Italia contro il rischio premiate a Roma - DIRE.it

Giovani

‘Think4South’: giovani e imprese del sud Italia contro il rischio premiate a Roma

THINK4SOUTHROMA – Giovani e imprese del sud Italia contro il rischio. Su queste basi si muove l’iniziativa ‘Think4South’, arrivata oggi alla conslusione. Il progetto a cura di Groupama Assicurazioni – lanciato lo scorso febbraio in collaborazione con Swiss Re Italia, Stmicroelectronics e Luiss enlabs ‘la fabbrica delle startup’ – è rivolto a start up e a giovani tra i 18 e i 35 anni residenti nelle regioni del meridione, per individuare e supportare i progetti capaci di offrire soluzioni tecnologiche innovative per la prevenzione del rischio. Questa mattina, nella sede di Luiss enlabs a Roma, sono stati premiati i progetti vincitori con un contributo di 15mila euro che sarà una base di investimento per lo sviluppo del progetto, oltre alla possibilità di entrare nel programma di Luiss enlabs ‘la fabbrica delle start up’ per 5 mesi.

“Think 4 south- ha spiegato all’agenzia Dire il vicedirettore generale di Groupama, Yuri Narozniak, presente alla premiazione insieme al direttore del programma di accelerazione di Luiss enlabs, Augusto Coppola- è prima di tutto un lavoro di squadra. Groupama sta cercando di dimostrare, anche con questa iniziativa, che l’innovazione è fondamentale per il rilancio economico in particolare nel sud d’Italia. Abbiamo quindi deciso di investire nelle città del sud con grandi università. Centrale nella nostra iniziativa è la prevenzione del richio in molti settori. Ovviamente una zona d’Italia più esposta al rischio è il sud. Cerchiamo quindi di mettere in atto iniziative: persone del sud e start up del sud per la gestione del rischio che è una chiave fondamentale per lo sviluppo economico”.

The Sure Path, candidato per la categoria ‘Mobilità e Sicurezza’ è il progetto primo classificato presentato dalla start up Park Smart di Catania che si propone di offrire una risposta efficace al problema della scelta della polizza assicurativa intervenendo a monte del processo decisionale dei clienti, grazie a un servizio di ‘user tracking’ capace di fornire indicazioni sullo stile di guida, suggerendo offerte personalizzate basate su dati quantitativi e qualitativi. Pd-Watch, candidato nella categoria Rischi Sanitari, è invece un progetto presentato da Luigi Battista, un giovane trentenne di Potenza che ha ideato un dispositivo medico in grado di effettuare un monitoraggio continuo a lungo termine per supportare la diagnosi del morbo di Parkinson in soggetti a rischio. Infine, un premio speciale al gruppo guidato dalla 30enne di Messina Grazia De Grazia per il progetto ‘Prevenzione, controllo e monitoraggio ambientale’ che ha ricevuto la polizza numero zero dell’offerta assicurativa dedicata alle start up lanciata Groupama Assicurazioni.

6 luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»