AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE campania

Pompei bella anche di notte, torna il percorso by night. Ma luci e suoni sono nuovi/FOTO e VIDEO

NAPOLI – “Una notte a Pompei“, un’esperienza per vivere anche di notte l’atmosfera e il fascino della vita quotidiana dell’antica città tra luci e suoni. A partire da sabato 8 luglio (con apertura al pubblico per il martedì e giovedì sera fino al 24 agosto), grazie al rinnovato impianto di illuminazione realizzato da Enel e nell’ambito della programmazione di “Campania by night. Archeologia sotto le stelle“, tornano i percorsi di suoni e luci in uno dei luoghi più monumentali del sito, l’area del Foro, cuore della vita politica, religiosa ed economica della città antica. “Immagini come quelle del Parco archeologico di Pompei splendidamente illuminato di notte faranno il giro del mondo”, ha detto il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, presente all’inaugurazione del nuovo itinerario- due sere fa- insieme al ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti.

NELL’ARIA VOCI DI VITA QUOTIDIANA, RINNOVATO ANCHE IL SISTEMA AUDIO

Il nuovo percorso integrato è stato realizzato grazie all’intervento di relamping dell’impianto di illuminazione della parte archeologica che va da porta Marina alla Basilica, attraverso il quale sono stati sostituiti circa 430 luci di vecchia generazione con quelle nuove a Led che permettono un risparmio energetico di circa il 60%. Gli interventi di ammodernamento hanno riguardato anche il sistema audio che supporta il percorso emozionale dell’area archeologica, sfruttando le potenzialità comunicative dei contenuti e la perfetta integrazione con l’impianto di illuminazione artistica, offrendo un’esperienza culturale efficace e coinvolgente. I suoni, che si ripetono come sottofondo, riproducono voci di vita quotidiana dell’antica epoca romana dentro i luoghi di aggregazione come il mercato o luoghi sacri come il Tempio di Apollo. L’itinerario si conclude alla Basilica, l’antico Palazzo di giustizia, dove le pareti dell’edificio si trasformano, grazie a una proiezione tridimensionale, in case e giardini pompeiani, pieni della vita e del colore che affreschi, piante e fiori regalavano alla vista e al godimento dei pompeiani.


PERCORSI NOTTURNI APERTI IL MARTEDI’ E IL GIOVEDI’ FINO AL 24 AGOSTO

I percorsi si svolgeranno fino al 24 agosto il martedì e il giovedì, dalle 21 alle 23, in 6 turni di visita per gruppi di 50 – 60 persone. Il costo della visita, che avrà una durata di 1 ora e un quarto, è di 11 euro. “Con il caldo questo nuovo percorso permetterà ai turisti di fruire al meglio del sito. Per ora, l’itinerario sarà visitabile due volte alla settimana – ha spiegato il ministro Franceschini – ma ci auguriamo di fare ancora di più”. Il ministro oggi ha anche fatto il punto sui numeri del Grande Progetto Pompei: dei 76 interventi finanziati, 64 sono stati conclusi, 9 sono in corso e 3 in fase di avvio. Negli ultimi due anni sono stati riaperti 30 edifici tra cui Villa dei Misteri e Casa dei Vettii, inaccessibile da 12 anni. In termini di visitatori, nel primo semestre del 2017 c’è stato un incremento medio mensile del 10 -15%. Lo scorso anno, il parco archeologico ha già fatto registrare il record di turisti: 3,2 milioni di biglietti venduti nel 2016.


di Nadia Cozzolino, giornalista

LEGGI ANCHE: A Pompei riemergono armi, gioielli e anche uno scettro in ferro: ecco le offerte di voto pre-romane

Pompei fa invecchiare gli archeologi. A Bologna una mostra fotografica sugli scavi

05 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram