Lazio

Mafia Capitale, la Giunta fa quadrato: “Marino non si tocca, avanti”

marinoROMA – Il giorno dopo la seconda ondata di arresti di Mafia Capitale la Giunta capitolina fa quadrato intorno al sindaco di Roma, Ignazio Marino: “Andiamo avanti, siamo tutti con Ignazio e nessuno si dimetterà”, il coro unanime degli assessori, riuniti stamattina dal primo cittadino per una Giunta politica dopo le polemiche delle ultime ore.

“Stiamo tutti con il sindaco perché rappresenta la vera novità della città. La Giunta si è stretta insieme al sindaco e con lui andiamo avanti”, il ‘giuramento’ dell’assessore ai Lavori pubblici e delegato al Giubileo, Maurizio Pucci, che assicura: “Il sindaco non si dimetterà. Né la Giunta né nessun altro, noi andiamo avanti. Chi ci ha preceduto ha creato questo danno, noi abbiamo contribuito a combatterlo e continuiamo a farlo. E proprio per questo andiamo avanti con l’azione di liberazione della città di Roma dal malaffare”. A chi gli chiede se in Giunta ci fosse preoccupazione per eventuali rallentamenti o blocchi dell’attività istituzionale Pucci risponde con un secco “assolutamente no. Anzi, rilanciamo la nostra attività per la città”.

Per Pucci, infatti, “Roma se la sono già mangiata. La verità è che dobbiamo restituirla e liberarla definitivamente da questa gente che in questi anni se l’è mangiata. Vogliamo rilanciare questa città attraverso la legittimità”. E per questo l’ipotesi di dimissioni del sindaco e conseguente commissariamento del Campidoglio “non è pensabile, a meno che altri non decidano altrimenti, e sarebbe paradossale il commissariamento di una città quando proprio chi la governa ha contribuito in modo decisivo a far uscire il malaffare dal Campidoglio”. Le opposizioni, però, continuano a chiedere la testa di Marino: “Le opposizioni fanno il loro mestiere- conclude il delegato al Giubileo- E quelle di destra farebbero bene a pensare che cosa è successo in questi anni”.

Per Francesca Danese, assessore alle Politiche sociali e abitative, “dobbiamo preoccuparci del ‘mondo di sotto’, degli ultimi, e lo stiamo facendo. Andiamo avanti con coraggio, non un passo indietro. Liberiamo Roma fino in fondo e con coraggio, noi non abbiamo paura”, le parole di Danese anche a chi gli chiedeva se avesse ricevuto nuove minacce.

“Il sindaco è assolutamente tranquillo come tutti i membri della Giunta”, ha ribadito l’assessore alla Cultura, Giovanna Marinelli, spiegando che “il clima in Giunta era assolutamente positivo e costruttivo, con la convinzione di tutti di andare avanti uniti continuando il percorso di pulizia, di lavoro comune e di squadra che stiamo facendo già in questi mesi. Il quadro complessivo è, quindi, quello di continuare un lavoro positivo e coerente che stiamo facendo”.

5 giugno 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»