A Prato in un mese 680 giovani hanno usato cannabis e 'coca' - DIRE.it

Toscana

A Prato in un mese 680 giovani hanno usato cannabis e ‘coca’

droga (700 x 419)

PRATO – Negli ultimi 30 giorni, a Prato, 680 giovani hanno assunto due o più sostanze stupefacenti. In Toscana, invece, sono stati 9.000. Nessun pratese, inoltre, ha fatto ricorso all’eroina a marzo. È quello che emerge da due studi, di Espad e di Edit, sul consumo di droghe fra i giovani pratesi, che sono stati divulgati nel corso di una giornata di studi sulla materia, in corso nel palazzo del municipio. Complessivamente, però, emerge una minore incidenza dell’assunzione di sostanze fra i pratesi rispetto ai numeri toscani e nazionali.

Cannabis“Il dato che è venuto fuori non è in contraddizione con quanto sta accadendo negli ultimi anni in città perché molti consumatori vengono da fuori- ha commentato il vicesindaco Simone Faggi-. La prevenzione resta l’elemento fondamentale per combattere la tossicodipendenza, accanto al contrasto allo spaccio di droga”. La cannabis e la cocaina sono le sostanze prevalentemente utilizzate. La cannabis è stata consumata nell’ultimo mese dal 17% degli intervistati in Italia, dal 20,3% in Toscana e dal 17,3% a Prato; nell’ultimo anno dichiara di averne fatto uso il 26,3% del campione in Italia, il 29,8% in Toscana e il 25,2% a Prato. Nell’arco di tutta la vita le percentuali salgono al 33% in Italia, al 36,2% in Toscana e al 30,2% a Prato. Per quel che riguarda la cocaina, invece, nell’ultimo mese ne ha fatto uso l’1,6% degli intervistati in Italia e in Toscana e lo 0,9% a Prato. Nell’ultimo anno la percentuale aumenta al 2,6% in Italia, al 2,8% in Toscana e all’1,4% a Prato. Durante tutta la vita il consumo di cocaina tocca il 3,7% in Italia, il 4,2% in Toscana e il 2,7% a Prato.

Sono stati poi presi in considerazione gli stimolanti, gli allucinogeni e l’eroina. I primi sono stati utilizzati nell’ultimo mese dall’1,2% a Prato, dall’1,1% in Toscana e dall’1,6% in Italia; nell’ultimo anno dal 2,2% a Prato, dal 2,1% in Toscana e dal 2,6% in Italia; nella vita dal 2,9% a Prato, dal 3,5% in Toscana e dal 3,9% in Italia. Di allucinogeni invece risulta averne fatto uso nell’ultimo mese lo 0,5% a Prato, l’1% in Toscana e 1,4% in Italia; nell’ultimo anno l’1,9% a Prato e il 2,4% in Toscana e in Italia; nella vita il 2,5% a Prato, il 4,1% in Toscana e il 3,8% in Italia. L’eroina, infine, non compare nell’ultimo mese a Prato mentre è stata usata dallo 0,2% in Toscana e dall’1% in Italia. Nell’ultimo anno sale allo 0,4% a Prato, allo 0,5% in Toscana e all’1,1% in Italia. Per tutto l’arco dell’esistenza i dati arrivano allo 0,4% del campione a Prato, allo 0,8% in Toscana e all’1,4% in Italia.

di Carlandrea Poli, giornalista

4 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»