AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Di corsa sull’Appennino reggiano, arriva ‘Running park’

BOLOGNA – Ci sono percorsi su strada asfaltata e altri su sterrati, carraie e single track. Tutti, però, attraversano la natura sull’Appenino di Reggio Emilia. Tutto questo è Running park, la nuova rete di percorsi tracciati per chi ama correre – a tutti i livelli, dai podisti vecchio stile ai trail runners – attraverso il territorio che si snoda per 17 Comuni reggiani (14 quelli già mappati), che da ora in poi si potranno consultare online, in un portale che li raccoglie tutti. Il portale si chiama appunto runningpark.it ed è promosso da Uisp e Provincia di Reggio Emilia. 

Con la nascita di questa rete, la natura, la storia, la tradizione dell’Appennino reggiano si potranno scoprire anche “sportivamente”: podisti e trail runners potranno scegliere infatti il sentiero che più fa per loro e avere la possibilità di attraversare i luoghi più belli e suggestivi di questa splendido territorio. “Siamo davvero orgogliosi di questo progetto che viene incontro a una serie di esigenze e di necessità e che punta ad ampliare l’offerta sul territorio appenninico, in ambito non solo sportivo, ma anche turistico, ambientale, culturale e commerciale, ed è in grado di coinvolgere anche appassionati di altre province emiliano-romagnole e di altre regioni”, ha detto il presidente di Uisp di Reggio Emilia Azio Minardi.

“Running Park permette, in modo nuovo e moderno, di far scoprire una parte importante del nostro territorio e paesaggi davvero incantevoli, purtroppo non sempre conosciuti da tutti i reggiani – aggiunge il presidente della Provincia di Reggio Emilia Giammaria Manghi –. E permetterà di farlo, cosa ancora più importante, attraverso una sana attività fisica”.

28 PERCORSI PER 300 CHILOMETRI TUTTI DA CORRERE

Nel portale runningpark.it saranno disponibili ben 28 percorsi, per un totale di circa 300 chilometri, mappati e tracciati ed adatti sia al podista tradizionale, che troverà percorsi  interamente su strada asfaltata, sia al trail runner, che troverà carraie, strade bianche, single track e tanto altro ancora. Un’occasione davvero unica per correre immersi in una natura incontaminata con tutta la sicurezza e la comodità di un parco cittadino: in questo Internet è uno strumento straordinario, perché permette di  aggiornare in tempo reale i dati, a differenza delle classiche cartine stampate”.

Quattordici, al momento, i comuni già mappati che  a regime diventeranno 17, praticamente tutti quelli dalla Pedemontana in su ovvero Albinea, Casalgrande, Quattro Castella, San Polo d’Enza, Scandiano, Vezzano, Carpineti, Canossa, Casina, Castelnovo Monti, Viano, Baiso, Vetto, ai quali a breve si aggiungeranno Toano, Ventasso e Villa Minozzo. Tre, invece, le tipologie di percorsi, per soddisfare ogni esigenza: corto (7/8 chilometri), medio (10/12 km) e lungo (dai 16 in su, fino ai 70 chilometri che uniscono Enza e Secchia dal parco Lido di San Polo fino a Villalunga di Casalgrande).

Il progetto è stato presentato nei giorni scorsi a Palazzo Allende dai presidenti di Provincia e Uisp di Reggio Emilia, Giammaria Manghi e Azio Minardi, insieme al responsabile di Running Park Marco Gorini;  presenti anche i sindaci di  Baiso e Carpineti, Fabrizio Corti e Tiziano Borghi,  gli assessori comunali Luigi Bellavia di Canossa, Angela Bonacini e Nello Borghi di Viano, Alessandra Leoni e Franco Stazzoni di Vezzano sul Crostolo. L’Uisp, oltre ad aver attivato il portale (già online, anche se nei prossimi giorni potrebbe essere non accessibile per consentire il completamento del caricamento di tutte le mappe e di tutti i dati) si farà carico anche di promuovere in ogni comune un tour mensili con accompagnatore per i tesserati, “un’ora, un’ora e mezza a ritmo turistico e non competitivo”.

02 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988