Tg Politico Parlamentare, edizione del 26 febbraio 2021

Cinque regioni tornano ad alto rischio Covid, Draghi e il rilancio dell'agenda translatantica, Alitalia: avanti con il progetto Ita nell'edizione di oggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

COVID, PEGGIORA LA SITUAZIONE IN 5 REGIONI

Cinque regioni tornano a rischio alto. L’Istituto superiore di sanità suggerisce nuove misure di contenimento della pandemia da Covid, e in particolare chiede di evitare occasioni di contatto con persone non conviventi. Lombardia, Abruzzo, Marche, Piemonte e Umbria presentano un dato in netto peggioramento rispetto alla scorsa settimana, mentre l’indice di trasmissibilità nazionale è appena sotto l’1. Il presidente della Campania De Luca annuncia che da lunedì chiuderà tutte le scuole. Intanto il governo lavora a un nuovo dpcm, che entrera’ in vigore dal 6 marzo. Il testo sarà consegnato alle regioni che proporranno eventuali modifiche. L’approvazione dovrebbe arrivare lunedì. Draghi intanto nomina un nuovo capo della Protezione civile: si tratta di Fabrizio Curcio che succede ad Angelo Borrelli. 

DRAGHI: CENTRALE L’AGENDA TRANSATLANTICA

Rilanciare l’agenda transatlantica e rafforzare la cooperazione tra Europa e Nato, a partire dalle migliori relazioni rese possibili dall’amministrazione Biden. Il presidente del consiglio Mario Draghi è intervenuto nella sessione conclusiva del consiglio europeo straordinario sottolineando l’importanza dell’autonomia strategica dell’Unione europea in un quadro di complementarietà con la Nato e  di coordinamento con gli Stati Uniti. Il rilancio dell’agenda transatlantica – ha detto Draghi – è un obiettivo cruciale. Nella prima giornata di lavori il premier era intervenuto sulla lotta all’emergenza sanitaria, ed aveva chiesto all’Europa di accelerare nella produzione e distribuzione di vaccini, raccomandando la linea dura con le aziende che non rispettano i vincoli contrattuali. 

ALITALIA, IL GOVERNO CONFERMA IL PROGETTO ITA

Avanti con il progetto Ita e il vettore nazionale del trasporto aereo. Il governo Draghi prende in mano il dossier Alitalia e in un incontro tra il ministro dello sviluppo Giorgetti e quello dei trasporti Giovannini conferma di voler coinvolgere il Parlamento, che dovrà esprimersi sul piano industriale di Ita. La prossima settimana è previsto un incontro tra l’esecutivo e la commissaria europea Vestager. I sindacati, preoccupati per il destino degli oltre 10 mila lavoratori, chiedono di “accelerare il percorso per non rischiare che il progetto fallisca”. È urgente assicurare la liquidita’ necessaria a garantire il pagamento degli stipendi. 

ITALIA PRESIEDE G20, PRIMO VERTICE ECONOMICO

Limitare l’impatto della crisi sull’economia globale, cercando al tempo stesso di favorire una ripresa economica forte, sostenibile ed inclusiva. Le sfide poste dal Covid richiedono un rafforzamento della cooperazione globale in materia fiscale. Sono queste le linee guida rilanciate dalla riunione del G20 tra i ministri dell’Economia e i responsabili delle Banche centrali. Il vertice, che si è tenuto in videoconferenza, è stato presieduto dall’Italia: dal neo titolare al Mef, Daniele Franco, e dal governatore di Bankitalia, Ignazio Visco.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»