Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Reddito di cittadinanza, Marcucci (Pd): “Votiamo contro, quota 100 sbilancio irrecuperabile”

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print ROMA - "Domani voteremo contro" il provvedimento che istituisce il
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Domani voteremo contro” il provvedimento che istituisce il reddito di cittadinanza e Quota 100. Ed è proprio sulle pensione che il decreto “crea uno sbilancio nei conti pubblici gravissimo e forse irrecuperabile che pregiudica i prossimi anni di sviluppo”. Lo ha detto il capogruppo del Pd al Senato, Andrea Marcucci, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Madama.

“Quota 100 è una lotteria che creerà uno scalone tra gli italiani”. E sul reddito osserva: “Forse l’unico obiettivo è far arrivare le card prima delle elezioni europee”. Insomma, il provvedimento bandiera di M5s e Lega svela “due grandi bugie: la legga Fornero non viene superata e la povertà non è affatto abolita”.

Tommaso Nannicini spiega che Quota 100 è “una grande finestra di tre anni che avvantaggia solo alcune categorie, soprattutto uomini” che mette a rischio la sostenibilità del sistema previdenziale oltre a creare iniquità.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»