Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Un progetto per valorizzare l’istituzione scolastica nella società

L'istituto Avogadro di Torino capofila dell'iniziativa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TORINO – Pensare la scuola come bene comune, di tutti: un patrimonio collettivo da preservare e valorizzare. Dall’istituto ‘Avogadro’ di Torino – in collaborazione con l’agenzia di stampa Dire e diregiovani.it – si diffonde il progetto dal nome, appunto, ‘Scuola bene di tutti‘, da curare e proteggere come un ecosistema entro cui si svolge la vita della parte più preziosa della comunità umana: le generazioni future.

La missione dell’istituzione scolastica è soltanto dispensare delle nozioni oppure anche e soprattutto prendersi cura di tutti gli aspetti che formano la persona, non solo dal punto di vista cognitivo ma anche emotivo e sociale? A scuola, per esempio, si fa integrazione fra generi: ne è un esempio il progetto ‘AvoRosa’ delle studentesse dell’Avogadro che, dalla prima alla quinta provenienti da una quindicina di nazionalità diverse, da anni fanno sensibilizzazione sulla presenza femminile all’interno delle materie STEM e più in generale nella vita scolastica di un istituto tecnico prevalentemente maschile.

Ma non solo, anche i ragazzi sono costantemente sollecitati dai professori a riflettere sui ruoli di genere e sull’importanza del rispetto: ne è un esempio ‘Her’, il brano rap pubblicato insieme ad altri video e articoli realizzati dall’Avogadro sui temi della giustizia, libertà e resistenza, integrazione fra culture, diritti costituzionali e pandemia, cittadinanza digitale, bullismo, solidarietà e memoria (lascuolafanotizia.it/author/avogadrotorino).

E dal preside Tommaso De Luca arriva un’ulteriore proposta: quella di estendere la riflessione anche al ruolo delle famiglie e alla necessità della collaborazione dei genitori nel fare a volte un passo indietro e lasciare che i propri figli conquistino la propria autonomia confrontandosi sia fra pari sia con quelli che identificano come diversi: “questa tematica- afferma De Luca- potrebbe essere trattata anche da questo punto di vista, consapevoli del fatto che il costo degli errori umani fatti a scuola è estremamente più basso rispetto a quello che succede nella vita al di fuori del contesto scolastico”.

Sono quindi gli studenti dell’istituto ‘Avogadro’ di Torino a guidare la riflessione sul ruolo della scuola all’interno della società ma l’invito è esteso a tutte le scuole che vorranno collaborare: a questo scopo il tema ‘scuola bene di tutti’ è diventato uno degli argomenti proposti per il contest di ‘La Scuola Fa Notizia‘, il giornale realizzato da centinaia di studenti e studentesse coordinati dalla redazione di diregiovani.it.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»