hamburger menu

Orologio dell’Apocalisse: rischiamo la fine del mondo in novanta secondi

Atomic Scientists: la minaccia dell'uso delle armi atomiche è la più alta mai esistita

Pubblicato:24-01-2024 09:06
Ultimo aggiornamento:24-01-2024 09:06
Canale: Mondo
Autore:
orologio dell'apocalisse
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – L’Orologio dell’Apocalisse segna ancora 90 secondi alla mezzanotte/alla fine del mondo. Lo ha annunciato il Bulletin of the Atomic Scientists, un consiglio di scienziati ed esperti che si occupa dell’impatto degli sviluppi scientifici e tecnologici sulla sicurezza mondiale.

L’annuncio dell’Orologio dell’Apocalisse, come si legge in una nota, mostra come la minaccia che le armi nucleari vengano utilizzate in un conflitto sia la più alta mai esistita a causa delle guerre in corso e della crescente corsa agli armamenti nucleari tra gli Stati dotati di armi nucleari. Nonostante il deterioramento della sicurezza internazionale, il Trattato sulla proibizione delle armi nucleari (TpnW) rappresenta una luce di speranza: l’adesione sta crescendo, con quasi la metà degli Stati del mondo ad averlo firmato o ratificato.

Italia Ripensaci, campagna promossa da Senzatomica e Rete Italiana Pace e Disarmo, dichiara: “Il Tpnw è il modo migliore per prevenire una guerra nucleare perché è l’unico Trattato in cui si stanno facendo progressi sul disarmo. Sostenere questo Trattato è il modo migliore per prevenire la distruzione dell’umanità e del pianeta a causa di una guerra nucleare”. Il gruppo di esperti del Bulletin esprime il proprio giudizio valutando le minacce esistenziali rappresentate dalle armi nucleari, dal cambiamento climatico e dall’intelligenza artificiale: queste tre minacce sono interconnesse e ciò evidenzia la necessità di agire contemporaneamente su tutte e tre.

L’OROLOGIO DELL’APOCALISSE

L’orologio dell’Apocalisse è stato istituito nel 1947 dagli scienziati del Bulletin of the Atomic Scientists (BAS), in seguito alle bombe atomiche che colpirono Hiroshima e Nagasaki alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Il dispositivo è stato creato per comunicare le minacce per l’umanità e il pianeta. La mezzanotte rappresenta l’apocalisse, ovvero quando queste minacce raggiungeranno il picco e causeranno una catastrofe globale. Al momento della sua creazione, nel 1947, l’orologio scandiva sette minuti alla mezzanotte. Nel 1953 la situazione mondiale era critica: gli Stati Uniti decisero di perseguire la bomba all’idrogeno, e le lancette raggiunsero i due minuti alla mezzanotte.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2024-01-24T09:06:58+01:00