Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tapiro ad Alberto Angela, il 24 gennaio ultima puntata di “Meraviglie”

Il premio al conduttore segue le polemiche sulle Dolomiti sollevate dal Veneto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ultima puntata oggi, 24 gennaio, per il programma campione d’ascolti di Rai 1 “Meraviglie, la penisola dei tesori”. Alberto Angela ci accompagnerà in altri tre importanti e bellissimi siti Unesco italiani attraverso un viaggio che, anche questa sera, promette di totalizzare ascolti da record, che, nel corso delle ultime puntante hanno sempre superato di gran lunga i 5 milioni di spettatori. 

Partendo dalla Puglia gli spettatori avranno modo di ammirare Castel del Monte e Alberobello, passando per le necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, per arrivare fino alle ville palladiniane del Veneto.

La polemica sulle Dolomiti

E proprio con quest’ultima regione il conduttore televisivo ha avuto  qualche contrasto a causa della puntata sulle Dolomiti andata in onda la scorsa settimana e girata quasi tutta in provincia di Trento e in parte Bolzano. A dire la sua in proposito  il presidente della provincia di Belluno Roberto Padrin, che al Corriere delle Alpi ha mostrato il suo disappunto sottolineando come ben il 46,1% delle Dolomiti si trova nel bellunese. Padrin ha inoltre espresso dei dubbi circa la scelta logistica delle riprese, insinuando il  sospetto che il Trentino Alto Adige abbia pagato per essere protagonista unico di quella parte della puntata.

Il tapiro ad Alberto Angela

Tutto ciò deve avere sicuramente “attapirato” il conduttore di “Meraviglie”, avranno pensato gli autori di “Striscia la notizia”, ed è così che ieri sera Valerio Staffelli ha intercettato Alberto Angela per consegnargli il Tapiro d’Oro.

Il conduttore ha accolto sorridente il dono di Striscia e ha contraccambiato con un’altra “meraviglia” che aveva acquistato per la redazione del programma: delle sfogliatelle napoletane, in simbolo di pace.

Riguardo alle accuse del Veneto, Angela ha dichiarato: “Bisogna fare un programma in 77 giorni, che copra tutta l’Italia, è ovvio che in questo poco tempo devi fare delle scelte logistiche. Noi abbiamo scelto un luogo delle Dolomiti per far vedere quanto sono belle, ma ce ne sono anche in Veneto, ce ne sono a Pordenone..nelle riprese si vedevano, abbiamo citato anche il Veneto“.

Staffelli infine ha punzecchiato il conduttore riguardo il fatto di essere oramai diventato un sex symbol e addirittura un’icona gay. “Io sorrido e vado avanti”, si è congedato ridendo il conduttore. Intanto sulla pagina Facebook del programma di Antonio Ricci è spuntata una diverte immagine che ironizza sull’incontro tra Staffelli e Angela.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»