VIDEO | Covid, ‘Io Apro’: la protesta dei ristoratori raggiunge il Parlamento europeo

io_apro_protesta_ristoratori_imago
Co-fondatore del movimento: "Non siamo serie B, servono ristori"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BRUXELLES – “Finora abbiamo sempre dato il nostro contributo all’Europa, ma quest’anno non ci è tornato indietro nulla”. Momi El-Hawi, ristoratore fiorentino e co-fondatore del movimento Io Apro, ha manifestato questa mattina, insieme a una delegazione ristretta, di fronte al Parlamento europeo. “Abbiamo deciso – ha detto El-Hawi – di venire al cuore del problema, dove si prendono le decisioni in Europa” e da cui la categoria è “purtroppo dipendente”. Secondo il co-fondatore del movimento, in Europa è stata fatta una “divisione tra Stati di serie A e di serie B” e ciò nel 2021 “non può accadere”, perciò i lavoratori del settore chiedono di essere trattati “come nel resto d’Europa” e avere “maggiori ristori e sostegno”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»