Il WMF 2020 presenta la sua agenda: dal 19 al 21 novembre tre giorni dedicati all’innovazione

Con lo studio televisivo del Mainstage, una nuova piattaforma interattiva, oltre 600 speaker e ospiti da tutto il mondo e 157 ore di live
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – “We Make Future”. Tradotto: siamo noi a costruire il futuro. Da qui parte, per aprirsi ufficialmente giovedì 19 novembre, il secondo appuntamento del 2020 con il WMFil più grande Festival sull’Innovazione Digitale e Sociale.

Tre giorni, dal 19 al 21 novembre, un format innovativo, che unirà la formazione online della nuova piattaforma ibrida.io alle otto trasmissioni televisive del Mainstage, trasmesse in diretta streaming in tutta Italia dal Palacongressi di Rimini.

In numeri, questa edizione del WMF promette 157 ore di live con il coinvolgimento di oltre 600 speaker e ospiti da tutto il mondo, che interverranno all’interno delle più di 60 sale formative virtuali sulla piattaforma del WMF (qui il programma formativo completo) e sul palco principale, un vero e proprio studio televisivo che accoglierà palinsesti tematici e talk show, toccando i temi più caldi dell’attualità, dell’innovazione e del suo impatto sulla società.

 

A condurre le trasmissioni del Mainstage sarà Cosmano Lombardo – CEO di Search On Media Group e Ideatore del WMF – affiancato il 19 novembre da Diletta Leotta e il giorno seguente da Giorgia Rossi.

Tra gli ospiti del Festival forte la presenza istituzionale con il Sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri Manlio Di Stefano, la Sottosegretaria del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Francesca Puglisi, Laura Moro del MiBACT, il Sindaco di Firenze Dario Nardella, l’Assessore a Trasformazione Digitale e Servizi Civici del Comune di Milano Roberta Cocco.

A questi nomi si uniranno voci dal mondo del giornalismo come quella di Andrea Scanzi, del Presidente RAI Marcello Foa, di Federica Angeli di Repubblica, Lirio Abbate e Floriana Bulfon.

In collegamento sul Mainstage anche Giuseppe CivatiDomenico Lucano, i coniugi Regeni, l’attivista Siyabulela MandelaLuisa Impastato, il presidente della Fondazione GIMBE Nino Cartabellotta, l’infettivologo Matteo Bassetti, il portavoce di ASviS Enrico Giovannini e personaggi del mondo del cinema come Alessandro Borghi.
L’intero palinsesto del Mainstage e il parterre di tutti gli ospiti che interverranno al WMF sono disponibili sul sito del Festival a questo link.

“Il momento più delicato della nostra storia recente sta rivelando al mondo intero l’importanza dei pilastri su cui costruire la società del presente e del futuro”, dice Cosmano Lombardo, CEO di Search On Media Group e Ideatore del WMF. “Con questa nuova tre giorni, ancora una volta e per l’ottavo anno, riuniremo istituzioni, le comunità internazionali di innovatori e i cittadini che ogni giorno si adoperano per contribuire all’evoluzione e al rafforzamento di questi stessi pilastri fondamentali per lo sviluppo e il miglioramento della realtà in cui viviamo: la ricerca, l’istruzione, la sanità, la cultura, il digitale, la robotica, l’intelligenza artificiale. La convergenza di questi temi, uniti a doppio filo sotto il segno dell’innovazione digitale e sociale, si riflette con forza sull’agenda e sulla mission del WMF, un acceleratore di innovazione e uno strumento di riflessione, analisi, confronto al servizio della società.

Nell’epoca in cui si parla di Repubblica Digitale, abbiamo scoperto che in realtà sarebbe il caso di adoperarsi in modo coordinato per costruire una Repubblica Funzionante. Speriamo che il nostro lavoro possa essere utile anche in questa direzione”.

Il programma del WMF2020 è disponibile a questo link. La diretta live di tutte le trasmissioni del Mainstage è inoltre disponibile sul sito del WMF.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»