F1, nasce il Gp di Miami: sarà inserito nel calendario del 2022

gp miami
Miami sarà l'undicesima località in cui la Formula 1 ha corso negli Stati Uniti dall'inizio del campionato nel 1950
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La Formula 1 è lieta di annunciare che il Gran Premio di Miami, all’Hard Rock Stadium di Miami Gardens, in Florida, si unirà al mondiale di F1 della Fia nel 2022 con un contratto di dieci anni. La data esatta della gara nel calendario del prossimo anno sarà definito in un secondo momento”. Lo comunica in una nota la Formula 1, spiegando che “il circuito sarà di 5,41 km, avrà 19 curve, 3 rettilinei e il potenziale per 3 zone DRS con una velocità massima stimata di 320 km orari”.

L’Hard Rock Stadium, sede dei Miami Dolphins, si troverà nel cuore del circuito. Miami sarà l’undicesima località in cui la Formula 1 ha corso negli Stati Uniti dall’inizio del campionato nel 1950. Da allora la Formula 1 ha corso a Riverside, Sebring, Watkins Glen, Long Beach, Las Vegas, Detroit, Dallas, Phoenix, Indianapolis e Circuit of the Americas ad Austin.

“Siamo entusiasti di annunciare- dichiara Stefano Domenicali, presidente e CEO della F1- che la Formula 1 correrà a Miami a partire dal 2022. Lavoreremo a stretto contatto con la squadra dell’Hard Rock Stadium e la FIA per garantire che il circuito offra gare sensazionali. Non vediamo l’ora di portare il più grande spettacolo di corse del pianeta a Miami per la prima volta nella storia del nostro sport”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»