Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Gentiloni: “No a Ue flessibile a corrente alternata”

ROMA - "Dobbiamo rilanciare l'Unione europea pensando alle
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – “Dobbiamo rilanciare l’Unione europea pensando alle sfide che ha davanti sul terreno della crescita, del lavoro, degli investimenti della difesa dei nostri principi, della societa’ aperta e del libero scambio”. Lo dice il presidente del consiglio Paolo Gentiloni al termine dell’incontro a Berlino con Angela Merkel.

“Non possiamo dare la sensazione che in questo mare in tempesta l’Europa si muova in un piccolo cabotaggio e che si muova con una flessibilita’ a corrente alternata, che rimane molto rigida sui bilanci, e molto ampia su questioni fondamentali come la questione migratoria“, continua il premier italiano.

“Rivolgo un pensiero condiviso con Angela alle popolazioni delle aree colpite da scosse di terremoto molto serie, per fortuna al momento non risultano vittime, ma il susseguirsi di scosse di tale entita’ sono fattore di allarme per le popolazioni. Stiamo monitorando minuto per minuto”, conclude Gentiloni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»