hamburger menu

Medio Oriente, Macron: “Basta uccidere le donne e i bambini di Gaza”

L'appello del presidente francese in un'intervista alla 'Bbc'

Pubblicato:11-11-2023 10:59
Ultimo aggiornamento:12-11-2023 17:19
Canale: Mondo
Autore:
EMMANUEL-MACRON
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Israele deve smetterla di uccidere donne e bambini nella Striscia di Gaza: lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron, in un’intervista all’emittente britannica Bbc.
Secondo il capo di Stato, che ha parlato con i cronisti inglesi all’Eliseo, “non c’è giustificazione” per i raid che causano vittime civili e un cessate il fuoco andrebbe a beneficio di Tel Aviv.

In riferimento agli assalti dei commando di Hamas del 7 ottobre, Macron ha sottolineato che la Francia li condanna e che Israele ha il diritto di difendersi. Il presidente ha però aggiunto, rivolgendosi al governo e all’esercito di Tel Aviv: “Chiediamo loro di fermare questi bombardamenti”.

APPELLO ONU A VERTICE ARABO: SOLIDARIETÀ CON PALESTINESI ORA

Fare di più per la popolazione della Striscia di Gaza: è l’appello rivolto dal commissario generale dell’Agenzia dell’Onu per i rifugiati in Palestina e in Medio Oriente (Unrwa), Philippe Lazzarini, a poche ore da un vertice della Lega Araba in programma oggi a Riad. Secondo il dirigente delle Nazioni Unite, dopo oltre un mese di bombardamenti da parte di Israele la situazione nella regione è “catastrofica”. In una nota, con riferimento al vertice di Riad, Lazzarini ha evidenziato che “la popolazione della Striscia di Gaza ha sempre contato sul supporto e la solidarietà araba”. Il commissario generale ha aggiunto: “Ne ha bisogno adesso, più che mai”. Secondo Lazzarini, gli Stati arabi hanno il compito di “riportare la speranza e ricreare l’orizzonte politico per la popolazione palestinese prima che sia troppo tardi”. Nei bombardamenti condotti dall’esercito di Tel Aviv a Gaza a seguito degli assalti dei commando di Hamas nel sud di Israele sono state uccise, secondo stime dell’amministrazione locale, oltre 11mila persone. Tra le vittime più di cento dipendenti di Unrwa: “genitori, insegnanti, infermieri, dottori e operatori umanitari” ha ricordato Lazzarini, chiedendo “un cessate il fuoco immediato”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-11-12T17:19:18+01:00