In Italia la distanza si accorcia con l’amicizia digitale

Viale Legnano Parabiago Milano
Da Milano ad Agrigento il rapporto tra studenti non smette di sopravvivere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – In tempi di mutamenti repentini la scuola è costretta a operare attraverso nuove modalità che, in particolar modo per la distanza, mortificano le relazioni sociali. Così l’amicizia digitale scende in campo tra gli alunni della 1H della secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo ‘Viale Legnano’ di Parabiago, in provincia di Milano, e gli alunni della 1D e 1E dell’Istituto Comprensivo ‘Giacomo Leopardi’ di Licata in provincia di Agrigento. Un vero e proprio gemellaggio tra istituti che in nome di uno scambio costantemente connesso, vuole essere una soluzione concreta a questa distanza forzata, seppur geografica.

Il 25 febbraio è avvenuto il primo video-incontro che ha mostrato l’altra faccia della tecnologia, quella meno asettica, permettendo ai ragazzi di familiarizzare e di scambiarsi reciprocamente le loro esperienze in tempo di Covid-19. Il secondo appuntamento digitale del 26 marzo, invece, ha visto gli studenti di Licata – collegati in presenza – incoraggiare i compagni del Nord costretti ancora alla Didattica a distanza. Un progetto digitale dunque che, tra racconti di quotidianità e proprie impressioni, si è dimostrato un reale beneficio per gli alunni che sono riusciti a colmare il gap sociale impregnato di paure tipiche di questo momento storico.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»