hamburger menu

Mariah Carey non è più la regina del Natale: ecco la canzone preferita di queste feste

Per quest'anno la star dovrà accontentarsi di essere seconda

Pubblicato:07-12-2023 17:55
Ultimo aggiornamento:07-12-2023 17:55
Canale: Spettacolo
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Mariah Carey perde il primato che, da anni, la vedeva regina del Natale con “All I want for Christmas is you”. La cantante è stata spodestata da un altro grande classico, che per la prima volta raggiunge la numero uno della Billboard Hot 100.

Si tratta “Rockin’ around the Christmas Tree”, in vetta alla chart a 65 anni dalla sua pubblicazione. Era il 1958. E Brenda Lee, la sua interprete, aveva appena 13 anni. L’artista è, infatti, nata l’11 dicembre 1944. Giusto un mese fa, per festeggiare gli ‘anni’ del brano, è arrivato online un nuovo videoclip ufficiale con la partecipazione delle star del country Tanya Tucker e Trisha Yearwood.

La numero uno, in questo 2023, era inevitabile. Secondo dati di Luminate, quest’anno il brano ha raggiunto 35 milioni di streams ed è stato passato in radio 21 milioni di volte. Eppure, ai tempi, Little Miss Dynamite – così fu soprannominata Brenda per la sua voce – non ebbe un grande riscontro.

LEGGI ANCHE: Mariah Carey si fa “scongelare” per il Natale 2023 sulle note di “All I want for Christmas is you”

LEGGI ANCHE: Mariah Carey si conferma la regina del Natale in musica

LEGGI ANCHE: Mariah Carey: “Stavo congelando durante le riprese di ‘All I want for Christmas is you’”

Come riporta Billboard, Lee raggiunse il primo posto della Hot 100 solo nel 1960 con i brani “I’m sorry” e “I want to be wanted”. Durante le feste di quell’anno, anche “Rockin’ around the Christmas Tree” raggiunse il suo picco piazzandosi alla numero 4.

Quello di Brenda Lee è il terzo brano natalizio che raggiunge la numero uno della Billboard Hot 100. Per quest’anno Mariah Carey dovrà accontentarsi del secondo posto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-12-07T17:55:45+01:00