hamburger menu

Tg Cultura, edizione del 7 luglio 2022

Si parla di Ucraina e del contributo italiano; della mostra su Guccini; del Museo della Lingua Italiana; di Selinunte Mediterraneo Jazz Festival

07-07-2022 13:23
Tg Cultura
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

DALL’ITALIA MATERIALI PER SALVAGUARDARE IL PATRIMONIO UCRAINO

Sono partiti dal polo logistico del ministero della Cultura di Avezzano due autotreni della Croce Rossa italiana con destinazione finale Ucraina, contenenti materiale per la difesa e la tutela del patrimonio culturale, distrutto, danneggiato e minacciato dalla guerra. Il supporto e la vicinanza dell’Italia e dei Paesi Ue in favore dell’Ucraina è in linea con quanto sottoscritto all’unanimità nella dichiarazione conclusiva della Ministeriale Cultura del primo aprile scorso, voluta dal ministro della Cultura Dario Franceschini, a Strasburgo.

OTTANTA VOLTE GUCCINI, A BOLOGNA UNA MOSTRA DEI SUOI RITRATTI

Il volto di Francesco Guccini declinato in 80 ritratti di altrettanti caricaturisti, partendo da un’idea di un fan e facendo diventare il tutto un ‘contest’ online tra appassionati di disegno di tutto il mondo. Da qui l’allestimento di una mostra, inaugurata a Bologna nella sede dell’Assemblea legislativa, insieme allo stesso cantautore, che ormai da tempo centellina le sue uscite pubbliche. L’esposizione ‘Non so che viso avesse’ è curata da Gianandrea Bianchi di World Humor Awards, Guido De Maria, regista, autore televisivo e vignettista, e Leonardo Cannistrà.

APERTA A FIRENZE LA PRIMA ALA DEL MUSEO DELLA LINGUA ITALIANA

Taglio del nastro a Firenze per la prima ala del museo della lingua italiana. All’ex monastero della Santissima Concezione nel complesso di Santa Maria Novella, sono state inaugurate le prime due sale di Mundi che, oltre ad accompagnare i visitatori alla scoperta dell’italiano, si propone anche come punto di riferimento per tutti gli studiosi e i ricercatori. L’iniziativa ha trovato un impulso decisivo da parte del governo durante le celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri e sta prendendo corpo dopo un investimento di quattro milioni di euro.

DAL 15 LUGLIO A SELINUNTE IL MEDITERRANEO JAZZ FESTIVAL 2022

Sonorità jazz mediterranee in un festival che mescola stili e linguaggi, new jazz e tradizione, etnie e Paesi del mondo. Nato da un’idea di Lelio Giannetto, musicista e fondatore di Curva Minore, torna per la seconda edizione il Selinunte Mediterraneo Jazz Festival, che dal 15 al 24 luglio per due fine settimana consecutivi animerà l’area archeologica più grande d’Europa, il Parco Archeologico di Selinunte, con nove concerti e un laboratorio multidisciplinare e gratuito.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-07T13:23:00+02:00