Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nucleare e gas, i Verdi contro la Ue: “Pronti a fare causa se saranno inseriti in tassonomia”

Dure critiche alla bozza della legge trasmessa dalla Commissione Europea agli Stati dell'Ue
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BRUXELLES – Gli esponenti dei Verdi in Europa sono pronti a dare battaglia se nucleare e gas saranno inclusi nella tassonomia, lo schema che classifica le fonti ecostenibili idonee a essere finanziati con i fondi Ue per il clima. Ad affermarlo sono gli stessi dirigenti della formazione di ispirazione ambientalista.

”Se i piani della Commissione europea che includono il nucleare e il gas naturale tra le fonti sostenibili per gli investimenti a favore della transizione energetica verranno attuati, faremo causa”, hanno dichiarato in una nota la ministra austriaca per il Clima Leonore Gewessler e l’eurodeputato austriaco Thomas Waitz, criticando la bozza della legge trasmessa dalla Commissione Europea agli Stati dell’Ue.

”La posizione dell’Austria è molto chiara: né l’energia nucleare né il gas naturale dovrebbero essere inseriti tra le fonti sostenibili per la lotta la cambiamento climatico, in quanto dannose per il clima e per l’ambiente e perché distruggono il futuro dei nostri figli”, ha continuato Gewessler. L’intenzione sarebbe quella di rivolgersi Corte di Giustizia dell’Ue pur riconoscendo il sostegno di Bruxelles e della maggior parte degli Stati a questa decisione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»