I nuovi Capitani reggenti si insediano: “Giovani la priorità”

"Assicureremo la nostra prioritaria attenzione alle istanze dei più giovani" dicono i nuovi Capitani reggenti Fabio Berardi e Marino Riccardi nel discorso di insediamento
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Palazzo San MarinoSAN MARINO – Garantire nuove opportunità di lavoro ai giovani, sostegno alle fasce più deboli, investimenti in ricerca e sviluppo, giustizia sempre più efficiente e un sistema finanziario solido. Sono queste le priorità per il futuro della Repubblica di San Marino secondo i Capitani Reggenti Fabio Berardi e Marino Riccardi, che ieri si sono insediati sul Titano. “Assicureremo la nostra prioritaria attenzione alle istanze dei più giovani- assicura la Reggenza nel discorso durante la cerimonia- consapevoli della preziosa risorsa che rappresentano e della necessità di un incoraggiamento e di un coinvolgimento pieno. Dobbiamo accompagnarli a mettersi in gioco per una speranza, per una passione, per una buona causa, ponendoli al centro anche delle strategie politiche di rilancio economico e sociale”. Ai giovani, insistono i Capitani Reggenti, “dobbiamo garantire un’adeguata formazione, attraverso accessi sistemici e non più sporadici ad alti livelli accademici e professionali, favorendo le migliori opportunità di crescita e di qualificazione, che siano poi propedeutiche allo sviluppo e al benessere dell’intera comunità”. La Reggenza guarda comunque “con ottimismo al cammino compiuto e alla capacità di reazione di un Paese che, pur nelle strettoie di una contrazione economica che l’ha duramente messo alla prova, ha certamente più di altri una maggior rapidità nelle decisioni e nell’attuazione di politiche di sviluppo insieme a una condizione sociale e a una qualità dei servizi ancora competitivi su ampia scala”.

Sul Titano occorre però “riaccendere la speranza nei cittadini e risollevare l’orgoglio della propria appartenenza- ammoniscono i Capitani- dobbiamo pertanto scuotere gli animi dei tanti cittadini ancora assopiti nella forte preoccupazione per il futuro e rassegnati alle difficoltà del momento. A costoro e a quanti hanno pagato pesantemente il costo della crisi economica, abbiamo il dovere di assicurare una rete di solidarietà efficace e l’assoluto rispetto delle legittime aspirazioni, nell’osservanza della parità giuridica e di condizioni di piena uguaglianza e dignità”. La Reggenza assicura dunque il suo “impegno affinché le istituzioni e lo Stato possano essere sempre più di effettivo riferimento e servizio ai cittadini”. Queste sono le premesse per “garantire nuove opportunità di lavoro ai giovani- affermano i Capitani- per sviluppare reti sociali e comunitarie a sostegno delle fasce più deboli, per favorire investimenti nella ricerca e nei settori strategici di sviluppo, per consolidare una giustizia sempre più efficiente e un sistema finanziario che possa assicurare nuove basi di competitività futura, nella piena conformità agli standard internazionali e per assicurare uno sviluppo economico nel segno della trasparenza e della certezza delle regole”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»