2 giugno, Paglia: “Italianità è un credo culturale e va sempre difesa”

Le parole del Tenente Colonnello Gianfranco Paglia, Medaglia d'Oro al Valor Militare nel giorno della festa della Repubblica
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “È tutto diverso. E lo e’ anche il 74mo anniversario della nascita della Repubblica italiana. Nessuna parata, nessun tema e di conseguenza nessuna polemica. Insieme celebriamo un insolito 2 giugno, ma cio’ che e’ accaduto a causa dell’emergenza sanitaria ci obbliga ad avere, innanzitutto come cittadini e poi per i ruoli che ciascuno ricopre, un pensiero commosso per le vittime del Covid, per i familiari, per gli operatori sanitari, per la gente comune che animata dal senso di italianita’ e’ stata presente aiutando chi era in difficolta’. Lo ha fatto in silenzio, senza clamori e riflettori accesi.”. Lo scrive su Fb il Ten. Col. Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare.  

LEGGI ANCHE: FOTO | 2 giugno, le parate delle donne in armi: erano ‘rosa’ 20 anni fa

“Abbiamo in questi giorni letto e ascoltato storie di un Popolo che seppur in difficolta’, marcia dritto per rialzarsi. Abbiamo nei cassetti della memoria immagini che non avremmo mai voluto vedere, ma e’ accaduto. Abbiamo visto e sentito livore da un lato,  nel continuo ed inutile dualismo tra Nord e Sud, dall’altro i cittadini ringraziare medici partenopei. Abbiamo vissuto attimi di grande confusione, vittime di un carteggio senza fine. Abbiamo visto ed ascoltato spesso discorsi ed azioni non sempre condivise. Abbiamo ancora una volta visto i nostri uomini e donne con le stellette non fermarsi mai, pronti ad intervenire anche in compiti non del tutto pertinenti. Ecco- continua Paglia– e’ anche a loro che sento e voglio ringraziare perche’ hanno dimostrato con i fatti,ed anche loro in silenzio, cosa significa essere Servitori dello Stato, contribuendo a salvaguardare la propria Nazione rispettando il sacrificio di chi ci ha preceduti.Credo che questa sia, nonostante la tristezza ed il dolore che abbiamo tutti, la piu’ grande lezione democratica che si possa dare. E spero davvero che tutti, senza distinzione di colore politico, lo ricorderanno per sempre e facciano sventolare, non solo nelle date simboliche, il Tricolore e rispettino cantando con orgoglio l’Inno d’Italia ben consapevoli che essere  Italiani e’ una identita’ che unisce, un’ appartenza e l’italianita’- conclude- e’ un credo culturale che va sempre e comunque difeso. Buona Festa della Repubblica a tutti”. Lo scrive su Fb il Ten. Col. Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

2 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»