Bagnoli. De Magistris: “Caro Renzi, vieni a Napoli”

NAPOLI - "La Giunta e il Consiglio comunale di Napoli, come
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

de magistrisNAPOLI – “La Giunta e il Consiglio comunale di Napoli, come dichiarato in varie occasioni, hanno approvato gli indirizzi urbanistici per la trasformazione dell”area di Bagnoli-Coroglio“. Lo scrive Luigi de Magistris nella lettera indirizzata al Premier Matteo Renzi, al Sottosegretario Claudio De Vincenti e al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

La nota prosegue sottolineando che gli indirizzi indicati sono “il frutto del lavoro svolto dall”Amministrazione che si è formato con l’ascolto della cittadinanza attiva e il mondo dell”associazionismo, attraverso un processo di partecipazione esteso, e con il confronto in Consiglio comunale, conclusosi con l’approvazione di un documento finale. Tale lavoro contiene studi e approfondimenti, che hanno dato vita a ipotesi e scenari progettuali che riguardano l’intera area di Bagnoli-Coroglio interessata dal Piano Urbanistico Attuativo, estendendosi, quindi, secondo una logica organica, anche oltre il perimetro dell”area commissariale”.

  Un lavoro quello discusso con “l’apporto della Città e approvato in Consiglio comunale” che de Magistris scrive di voler presentare a “Lei e ai Ministri del Suo Governo competenti. Così come al Sottosegretario Claudio De Vincenti ed al Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a cui ho rivolto analogo invito. Quindi l’appuntamento ai destinatari della nota invitati a conoscere gli indirizzi urbanistici per Bagnoli-Coroglio nella sede della Municipalità di Bagnoli, “che insiste in quel territorio”, oppure alla Sala della Giunta di Palazzo San Giacomo – sede del Comune di Napoli – o in alternativa, conclude il sindaco, in Prefettura “quale sede territoriale del Governo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»