Welfare

La crisi colpisce anche gli stranieri, Istat: “il tasso di disoccupazione è quasi raddoppiato rispetto al 2008”

impresa cinese lavoroDal 2008 al 2014 il tasso di occupazione degli stranieri ha subìto una contrazione di 6,3 punti, molto più accentuata rispetto a quella dei naturalizzati e degli italiani dalla nascita (-3,0 e -3,3 punti, rispettivamente). Al contempo, il tasso di disoccupazione degli stranieri è quasi raddoppiato rispetto a sei anni prima (+7,1 punti rispetto a +5,2 per gli italiani dalla nascita)”, passando dal 9 al 16,1%. Lo comunica l’Istat nel rapporto diffuso oggi su ‘L’integrazione degli stranieri e dei naturalizzati nel mercato del lavoro’ sul II trimestre 2014.

Poi, l’Istat sottolinea: “Nel secondo trimestre 2014 gli stranieri rappresentano l’8,6% della popolazione residente di 15-74 anni, i naturalizzati italiani l’1,3%. La ricerca di un lavoro è il motivo della migrazione in Italia per il 57% degli stranieri nati all’estero e per un terzo dei naturalizzati”.

28 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»