AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE ambiente

Seveso, pronti 100 milioni per la messa in sicurezza idrogeologica

seveso“Entro la fine di maggio verrà sottoscritto un Accordo di Programma tra Governo e Regione Lombardia con il quale verranno stanziati 100 milioni di euro per l’intero programma per la messa in sicurezza del fiume Seveso. Una serie di interventi che vanno ad aggiungersi alla vasca di laminazione nel Comune di Senago (Milano), già finanziata per 30 milioni dalla Regione e dal Comune di Milano e ai cantieri aperti per la depurazione in conclusione entro dicembre 2015”. Questo, in sintesi, il risultato dell’incontro che si è svolto oggi a Palazzo Lombardia tra Regione, Comune di Milano e Struttura di Missione del Governo contro il dissesto idrogeologico. Alla riunione erano presenti l’Assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi, gli assessori del Comune di Milano Pierfancesco Maran (Mobilità, Ambiente, Metropolitane, Acqua pubblica, Energia ) e Marco Granelli (Sicurezza e Protezione Civile) e il responsabile di ‘Italia Sicura’ Erasmo D’Angelis, assieme a direttore Mauro Grassi e ai rappresentanti di Aipo (Agenzia Interregionale per il Fiume Po) e Autorità di Bacino.

“I cantieri per la messa in sicurezza del Seveso- prosegue la nota congiunta- sono già aperti con investimenti importanti che riguardano l’adeguamento del Canale Scolmatore nord Ovest e del Deviatore Olona e la ripulitura e il consolidamento del tratto del fiume intubato sotto il territorio di Milano. A questi si aggiungeranno il cantiere per la vasca di laminazione di Senago che andrà in gara a giugno, e tutti gli altri interventi finanziati nell’ambito dell’Accordo di Programma”.

A queste opere vanno inoltre sommati gli altrettanto importanti interventi per circa 90 milioni di euro per garantire la qualità delle acque e il disinquinamento del Seveso. Il cantiere per la dismissione del depuratore di Varedo è già concluso, con il contestuale trasferimento delle acque da trattare al più moderno impianto di Pero, che riduce del 20% (i primi 115.000 abitanti equivalenti su 578.000) il carico inquinante sul fiume. Sempre in tema di depurazione delle acque è  in corso di definizione un importante programma strategico di investimenti tra Regione Lombardia e il Consorzio Acqua Potabile per un piano di ambito con opere e interventi per circa 1 miliardo di euro da investire nei prossimi 18 anni.

Durante l’incontro è stato inoltre concordato l’avvio di un programma straordinario di controlli dedicato alla verifica della qualità degli scarichi industriali che insistono sul Seveso. “Il Progetto Seveso- si legge ancora nella nota- è considerato dalla Struttura di Missione Italia Sicura un modello pilota per l’Italia per la grande efficienza e la positiva collaborazione tra le istituzioni per mettere in sicurezza le aree critiche del Paese e l’integrazione tra cantieri anti-dissesto e acquepulite”.

27 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988