AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Rinvio per lo Ius soli; M5s in pressing sui vitalizi con gaffe di Di Maio; Siccità e caldo record


Ecco titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia DIRE

RINVIO PER LO IUS SOLI, MIGRANTES DICE NO

Non ci sono le condizioni per approvare lo ius soli prima dell’estate. Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni conferma l’impegno ad approvare la legge sulla cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia, ma rinvia il voto al prossimo autunno. Lo slittamento piace ai settori moderati della maggioranza, ma non alla sinistra. Critica anche la fondazione Migrantes. “Cosi’ vince l’incapacità di risolvere i problemi reali del Paese”, dice monsignor Gian Carlo Perego, direttore generale della Fondazione. Lo ius soli non e’ un premio- aggiunge- ma uno strumento fondamentale di integrazione.

VITALIZI, M5S IN PRESSING PER ABOLIRLI

Se salta lo ius soli, c’e’ piu’ tempo per abolire i vitalizi agli ex parlamentari e le pensioni a quelli in carica. Luigi Di Maio va in pressing sulla maggioranza. Il Movimento Cinque Stelle chiede che il ddl Richetti sia liberato dalla commissione bilancio, dov’e’ in attesa dei pareri della Ragioneria. “Basta prese per i fondelli”, dice il vicepresidente della Camera, che ricorda come 2600 ex parlamentari percepiscano il vitalizio. Tra questi, Clemente Mastella, per 6939 euro, Vittorio Sgarbi per 4943. E Boneschi, che dopo un solo giorno in parlamento, prende 3108 euro al mese. Tagliare i vitalizi farebbe risparmiare 1 miliardo in 10 anni.

SICCITA’ E CALDO RECORD: 2 MILIARDI DI DANNI

Ammontano a circa 2 miliardi le perdite provocate dal caldo record di questo 2017 alle nostre coltivazioni e agli allevamenti. La stima arriva dalla Coldiretti che invita a puntare sulla prevenzione dal momento che in Italia perdiamo 9 litri di pioggia su 10. A peggiorare il quadro di un anno “tra i più siccitosi degli ultimi due secoli” ci si è messo anche un luglio ‘bollente’, con temperature minime che sono risultate superiori di 2,6 gradi e precipitazioni in calo del 60%.

QUARTO OGGIARO ALLA CAMERA, MODELLO DI PERIFERIA CHE CAMBIA

Quarto Oggiaro da ‘ghetto’ urbano a modello di trasformazione sociale. A Montecitorio la presidente Laura Boldrini riceve i rappresentanti delle associazioni attive nel popoloso quartiere milanese, da Save the children, alla fondazione Perini, a Quarto Oggiaro vivibile. E’ l’occasione per un confronto, dopo la visita di Boldrini a novembre. “Avete creato le condizioni per vivere bene. E va dato risalto al vostro lavoro. La Camera dei deputati e’ la vostra casa”, dice Boldrini. Associazioni e consiglieri chiedono alla politica meno vincoli, sia nella gestione dei fondi che negli iter amministrativi.

17 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988