Una festa in un giardino privato? A Bologna nasce l’AirBnb per affittare spazi verdi

Arriva un portale che permette di affittare giardini privati per feste, compleanni ed eventi: la startup si chiama AffittoGiardino e ora conta sul crowfunding

Condividi l’articolo:

BOLOGNA – Feste private in un giardino che vi piace tanto ma non è il vostro? Da oggi non è un problema: su Eppela arriva AffittoGiardino, il nuovo metodo di condivisione per mettere in contatto le persone generando opportunità e vantaggi per tutti. AffittoGiardino è uno dei progetti in crowdfunding sulla piattaforma Eppela all’interno della call Nastro Azzurro Crowd.

Come funziona? È semplice: l’host (ospitante) mette a disposizione il suo spazio verde specificando la località, la descrizione, il prezzo a persona e i servizi offerti. Inoltre guadagna e sfrutta il suo spazio verde spesso inutilizzato e fonte di spese ricorrenti. Il guest (ospite), invece, sulla stessa piattaforma ha a disposizione una vasta scelta di location alternative ed economiche per le sue feste.

Andando sul sito www.affittogiardino.it e cercando il giardino più vicino si potrà così scegliere in pochi clic uno spazio per la festa. Affitto Giardino semplifica quindi l’organizzazione mettendo a disposizione location economiche ed esclusive condivise dalle persone in possesso di spazi all’aperto che desiderano guadagnare soldi extra recuperando le spese di manutenzione o mettendo da parte fondi per i propri desideri.

affittogiardino
I tre inventori della start up

“L’idea – spiega Matteo Manservisi, uno degli ideatori – è nata quando io e i miei compagni di università ci siamo resi conto che le nostre famiglie non utilizzavano al meglio gli spazi che possiedono e pensando al fatto che online non esistesse un servizio in cui le persone possono trovare spazi per feste. Noi, in primis, ci siamo trovati sempre in difficoltà, e da qui è arrivata l’idea. Ad oggi si sta evolvendo velocemente e con questa raccolta fondi speriamo di poter apportare al progetto ulteriori migliorie. Tra le novità vorremmo inserire la possibilità di affittare luoghi al chiuso come taverne, dando anche visibilità a imprese locali che si occupano di pasticceria o catering, ma anche fotografi, video maker, tutte quelle professioni, insomma, che possono essere collegate al mondo delle feste o degli eventi”, aggiunge Manservisi, che vede questo progetto anche “come una vera e propria rivalutazione dell’economia locale”.  

La raccolta fondi, inoltre, servirà anche per espandere l’offerta aprendo visibilità ad eventi unici ed esclusivi con una ricerca geolocalizzata (ad esempio aperitivo in vigneto, cena con delitto a bordo piscina, yoga sui colli e molto altro), ma anche espandere a tutta l’Italia l’offerta dei servizi aggiuntivi che possono essere scelti dall’organizzatore della festa dando visibilità a più attività locali in modo da riattivarne anche l’economia (catering, chef a domicilio, servizio navetta, fotografo, video maker, allestitori o pasticcerie).

AffittoGiardino è una startup innovativa entrata nel programma di incubazione/supporto e mentorship di AlmaCube dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna. Un progetto giovane creato da giovani e totalmente eco-sostenibile.

L’obiettivo da raggiungere con il crowdfunding è di 8mila euro. Come di consueto, grazie al mentor Nastro Azzurro, al raggiungimento del 50 per cento dell’obiettivo sarà la marca di birra più nota in Italia e all’estero a cofinanziare il progetto con la restante metà.

Leggi anche:

16 Nov 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»