San Marino

Macchinari sanitari inutilizzati, Mussoni: Inaccettabile, servano a pazienti

sds mussoni-sanita

SAN MARINO –  “Non possiamo tenere inutilizzati preziosi macchinari che possono apportare benefici alla collettività”. Con queste parole il Segretario di Stato per la Sanità, Francesco Mussoni, si unisce alle lamentele espresse ieri dall’associazione Cuore Vita e dalla Csdl nei confronti dell’Iss. L’istituto di Cailungo, infatti, da oltre un anno ha ricevuto in dono dall’associazione di volontariato quattro macchine per la riabilitazione di cardiopatici, ma nessuna ad oggi risulta utilizzata.

Una nota della segreteria di Stato per la Sanità spiega che il segretario Mussoni, venuto a conoscenza della vicenda da quanto riportato oggi sulla stampa, e “preso atto del perdurare dell’inaccettabile situazione”, ha incaricato il direttore generale dell’ente, Bianca Caruso, “a provvedere senza indugio alcuno perché vengano al più presto messi al servizio dei pazienti”. A causa di una controversa indicazione per il loro utilizzo, spiega poi la nota, “i macchinari sono stati provvisoriamente sistemati presso il Centro sanitario dell’Atlante di Dogana”. Inoltre, Mussoni esorta ad “evitare che casi come questi si ripetano”, ovvero che “inutili incomprensioni o strumentali divergenze possono diventare focolai di inefficienza”. Infine lo stesso segretario di Stato promette di prodigarsi “affinché la risposta sia immediata”.

Di Cristina Rossi, giornalista professionista

9 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»