VIDEO | Manuel Bortuzzo, in un video le rapine di gioventù di uno degli aggressori

Tra i diversi precedenti di Bazzano c'è una rapina del 2012, quando il giovane aveva 19 anni, che nella zona di Acilia in molti ricordano_ tutto venne documentato dalle immagini delle telecamere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il vizio della rapina, la familiarità con le armi. C’è anche questo nel passato di Daniel Bazzano, 25 anni, uno degli arrestati per il tentato omicidio di Manuel Bortuzzo, sabato notte all’Axa. Il giovane era alla guida dello scooter, insieme al 24enne Lorenzo Marinelli, che ha materialmente fatto fuoco tre volte colpendo alla spina dorsale il 19enne promessa del nuoto.

Nei suoi trascorsi c’è una vicenda che in molti nella zona di Acilia ricordano: era il 2012, Bazzano aveva appena 19 anni e allorà finì in carcere dopo che i Carabinieri lo catturarono a seguito di una rapina in un noto bar della zona. Una vicenda tutta documentata dalle telecamere di sorveglianza del locale.

Il colpo in questione a partire dal minuto 1.10 del video:

Nelle immagini si vede Bazzano, volto coperto da passamontagna, armato di una pistola giocattolo, mentre entra in un bar-ricevitoria di via di Saponara. Salta il bancone e si getta con le mani sulla cassa. Ma ad attenderlo trova l’inaspettata ed esasperata reazione delle due titolari, già vittime di altre rapine nei giorni precedenti. Nelle immagini concitate si vedono le due coraggiose donne, che accorte forse dell’arma giocattolo, gli strappano il passamontagna. Provano a bloccarlo ma il giovane riesce a scappare. Momenti registrati dalle telecamere di sorveglianza interna dell’esercizio, che in poco tempo hanno consentito ai Carabinieri di riconoscere il volto del rapinatore, che abitava poco distante, e di arrestarlo. Il Tribunale di Roma convalidò il fermo operato dai Carabinieri della Stazione di Acilia e della Stazione di Ostia Antica del romano che 24 ore fa ha fatto ritorno dietro le sbarre.

LEGGI ANCHE: 

Rivolta social contro i due che hanno sparato a Bortuzzo: insulti e minacce su facebook

VIDEO | In carcere i due sospettati per agguato a Manuel Bortuzzo: “Abbiamo sparato per errore”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

8 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»