Emilia Romagna

Rabbia lavoratori Fiera contro Boni. E il tavolo salta subito/FT e VD

bologna_fiera6

BOLOGNA – È iniziato l’assedio dei lavoratori della Fiera di Bologna alla sede di Ascom in Strada Maggiore, dove si tiene l’incontro, blindato dalle Forze dell’ordine, tra i sindacati e il management dell’expo nella vertenza sull’avvio della procedura di mobilità per 123 dipendenti part-time. “Boni via, sei licenziato“, gridano i lavoratori al presidio, “La zavorra della Fiera siete voi“, scandiscono.

Finisce male il primo faccia a faccia tra sindacati e Fiera di Bologna nella vertenza sull’avvio della procedura di mobilità per 123 lavoratori part-time. Di fronte alla proposta di una sospensione della procedura di soli sette giorni arrivata dal direttore generale Antonio Bruzzone e dal direttore del personale Marco Biagi (il presidente Franco Boni non era presente, assenza che non ha fatto che accrescere la rabbia dei lavoratori in presidio), i sindacati hanno lasciato il tavolo. Poi, di comune accordo con i lavoratori, hanno deciso di proseguire la protesta in Comune per chiedere conto al sindaco Merola e ai soci pubblici dell’impegno preso ieri proprio sulla sospensione della mobilità, venuto meno oggi.

7 luglio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»