Zecche agli Uffizi, nel weekend 5 sale chiuse. Oggi hanno riaperto - DIRE.it

Toscana

Zecche agli Uffizi, nel weekend 5 sale chiuse. Oggi hanno riaperto

galleria-uffizi

FIRENZE – Durante lo scorso weekend, tra sabato e domenica, cinque sale degli Uffizi (dalla ‘saletta’ 19 alla 23) sono state chiuse perché infestate dalle zecche. La notizia appresa dalla ‘Dire’ è stata confermata dal museo. La presenza dei parassiti è stata segnalata sabato pomeriggio, attorno alle 16, da uno dei vigilanti che stazionano alla fine del primo corridoio, si fa sapere dagli Uffizi. A quel punto “è scattato il protocollo di intervento ed è stata subito attivata un’unità di intervento, che fa capo al responsabile della sicurezza del museo”. Una volta fatte le verifiche del caso “le salette, dalla 19 alla 23, alla fine del primo corridoio, subito dopo la Tribuna del Buontalenti, sono state chiuse”. Le sale 20 e 21, per dire, sono dedicate alla pittura veneta (dove si possono ammirare le opere di Mantegna, Bellini, Antonello da Messina), ma ci sono anche i capolavori di Duerer.

L’indomani, domenica scorsa, è stato fatto un sopralluogo e lunedì mattina, a museo chiuso, è stata fatta la disinfestazione. Un’operazione “che ha risolto puntualmente il problema”, come ha certificato una seconda ricognizione dell’unità di intervento. Per questo stamani, una volta ripristinate le condizioni ottimali per poter riaprire al pubblico, le sale sono state regolarmente aperte. Gli Uffizi, quindi, sottolineano un aspetto: “Nessun allarmismo”, anche perché “il protocollo di sicurezza funziona e ha permesso, con rapidità, di superare il problema”.

5 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»