AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

‘Genitorialità e filiazione’, oggi convegno a Roma/Foto e Video

ROMA – Argomento complesso quello delle realta’ familiari, materia di discussione di ambiti che vanno dalla psicologia, al diritto, fino ad arrivare ad essere oggetto di dibattiti politici. Proprio per chiarire l’evoluzione delle dinamiche familiari si e’ svolto oggi pomeriggio a palazzo Odescalchi a Roma, il convegno ‘Genitorialita’ e filiazione. Fantasmi e desideri del materno’, in cui sono intervenuti Sara Manfuso direttrice di ‘I woman’, l’avvocato Andrea Catizone, presidente di ‘Family smile’, Michela Di Biase, capogruppo Pd del comune di Roma e Fabrizia Giuliani, parlamentare Pd.

“La struttura della famiglia e’ qualcosa che e’ sempre in mutamento, i rapporti tra i figli e i genitori si modificano di pari passo con i grandi cambiamenti della societa’”, ha detto la presidente di Family smile, Andrea Catizone. “È evidente- ha spiegato- che quello che facevano i nostri padri e’ molto diverso rispetto a quello che facciamo noi e che faranno i nostri figli.

Ai cambiamenti sociali sono seguiti anche quelli in ambito legislativo, basti pensare alla legge sull’affido condiviso. Oggi siamo inoltre passati dall’utilizzo delle parole ‘patria potesta” a quelle di ‘responsabilita’ genitoriale’, traguardo che e’ molto piu’ che linguistico, ma che e’ di importanza fondamentale per affermare l’autonomia giuridica dei figli”.


Michela Di Biase, capogruppo Pd in Campidoglio, ha ricordato le iniziative intraprese nei confronti delle neomamme: “Ho proposto due delibere per cercare di rendere piu’ fruibile la citta’ per le mamme romane. La prima delibera riguarda l’Introduzione del latte materno all’interno degli asilo nido del comune di Roma, votata all’unanimita’ dal consiglio comunale. Fino a poco tempo fa cio’ non era possibile a causa di vincoli igienici. Abbiamo raggiunto un obbiettivo fondamentale, perche’ il latte materno e’ importantissimo sia dal punto di vista nutrizionale che psicologico per il bambino.

Ora le mamme del territorio tramite le Asl possono tranquillamente consegnare il loro latte ai bambini. La seconda questione su cui abbiamo voluto lavorare, anch’essa votata all’unanimita’- ha affermato ancora Di Biase- e’ la delibera che prevede che, tramite sponsorizzazione, all’interno degli spazi del comune di Roma Capitale sia possibile allestire aree ‘baby friendly’, con poltrona per l’allattamento e un piccolo spazio per il cambio del bimbo. Il Comune di Roma ci tiene a far sapere che sostiene le neomamme. Su queste materie non esiste schieramento politico che si possa dichiarare contrario, siamo tutti d’accordo.

04 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988