Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Giubileo, ok della giunta capitolina: “Via pullman e tir da San Pietro e dal centro”

La Giunta capitolina ha approvato oggi pomeriggio la delibera, a firma dell'assessore ai Trasporti, Stefano Esposito, che istituisce la zona a traffico limitato 'Anello ferroviario 1', individuandone estensione e perimetro, uno degli ultimi provvedimenti adottati dall'amministrazione guidata dal sindaco dimissionario Ignazio Marino.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

pullman-piazza-san-pietroROMA – Via pullman, bus turistici e mezzi pesanti e ingombranti, anche per il trasporto merci, sprovvisti di permesso. Non più solo dal Centro storico, ma ora anche da San Pietro (zona Prati-Delle Vittorie) e dalle aree di Trastevere-Monteverde e Termini-San Lorenzo-Porta Maggiore. La Giunta capitolina ha approvato oggi pomeriggio la delibera, a firma dell’assessore ai Trasporti, Stefano Esposito, che istituisce la zona a traffico limitato ‘Anello ferroviario 1’, individuandone estensione e perimetro, uno degli ultimi provvedimenti adottati dall’amministrazione guidata dal sindaco dimissionario Ignazio Marino. Nella nuova ztl sarà applicato in via sperimentale il divieto di accesso e circolazione ai veicoli di maggiori dimensioni che producono maggiori criticità in termini di emissioni e di congestione, individuati nei veicoli di lunghezza superiore a 7,5 metri. La ztl sarà attiva dal lunedì alla domenica, festivi compresi, dalle 5 alle 24.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»